Iniziative — 3 aprile 2006

De Angelis incontra gli imprenditori della Ciociaria

De Angelis con Giancarlo Elia Valori (Confindustria)Centinaia di imprenditori si sono dati appuntamento all’Henry Hotel di Frosinone per incontrare il Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo e l’Assessore alla piccola e media impresa Francesco De Angelis. Un incontro per confrontarsi sulle strategie di sviluppo del territorio. Le importanti risorse recentemente stanziate dalla Regione costituiscono altrettante opportunità che De Angelis ha invitato a sfruttare appieno. «E’ in gioco il futuro della nostra Provincia».

02 aprile 2006

 Con Marrazzo, Valori e Bettini
«Scegliamo Romano Prodi e l’Ulivo per far ripartire il Paese»

Fatti concreti per far ripartire la provincia di Frosinone e dare nuovo sviluppo al territorio. Questo in estrema sintesi il messaggio lanciato da Francesco De Angelis alle centinaia di imprenditori accorsi per incontrare l’Assessore dei DS e il Presidente deIla Regione Piero Marrazzo, ma anche il capolista dei DS al Senato Goffredo Bettini, il leader di Confindustria Giancarlo Elia Valori, il segretario dei DS di Frosinone Mauro Buschini.

De Angelis con Marrazzo, Bettini e Valori«Il buon esempio del Lazio, ha detto De Angelis, ci convince del fatto che il Centrosinistra, una volta al governo nazionale, sarà in grado di guidare la rinascita del Paese. Il centrodestra ha fallito, tra illusioni e false promesse. La politica era e resta a servizio di tutti. Per consentire a tutti di migliorare le proprie condizioni di vita. Per permettere al nostro Paese di riacquistare quella credibilità internazionale andata perduta. Per rispettare un territorio che ha molto da offrire; capacità, competenze, intelligenze, volontà che vanno rivalutate e motivate. Per far tornare l’Italia ad essere un Paese normale, il Bel Paese amato in tutto il mondo».

Non sono semplici parole, perché a parlare sono le cose fatte, le iniziative portate a compimento in pochi mesi di legislatura regionale, i progetti messi in campo.

Nel campo delle attività produttive, ad esempio, De Angelis ha citato i fondi statali, fermi in Regione dal 2003, per finanziare i distretti industriali di Coreno Ausonio (lapideo) e Sora (tessile), ed il polo industriale di Cassino; i 15 milioni di euro in tre anni per sostenere le PMI dell’indotto FIAT di Cassino; iquindici milioni di euro per i distretti industriali del Lazio; i trenta milioni di euro in cinque anni per rilanciare la Videocon di Anagni; i 150 milioni di euro per sostenere progetti di sviluppo economico e le PMI del Lazio; la nascita dei centri commerciali spontanei; i cinque milioni di euro per lo sviluppo del commercio in venti comuni ciociari; l’approvazione del piano regolatore per il consorzio ASI di Frosinone; l’attività di promozione all’estero delle eccellenze del nostro territorio.
Senza contare le risorse per le infrastrutture, per far ripartire la sanità, a cominciare dai due ospedali di Frosinone e Cassino, per lo sviluppo del turismo e della vivibilità delle città.

«Il 9 e 10 aprile, ha concluso De Angelis, dobbiamo dire basta al carosello delle illusioni e delle false promesse. I DS sono il partito degli impegni mantenuti. Con l’Ulivo e Romano Prodi possiamo far ripartire il Paese intero».

Vasta partecipazione da parte degli ImprenditoriParole confermate anche da Goffredo Bettini: «Il centro destra ci lascia un paese in degrado. Ma dobbiamo avere fiducia nei nostri mezzi. L’Italia, quella parte dell’Italia che in questi anni ha lavorato sodo per il futuro dei cittadini senza pensare solo a se stessa, quell’Italia ce la può fare a ripartire. E noi siamo con lei. Credo nel riformismo, che è fatica quotidiana. I grandi risultati conseguiti dalla città di Roma e dalla regione Lazio, grazie a questa politica, sono sotto gli occhi di tutti».

Il Presidente Piero Marrazzo, parlando agli imprenditori, ha assicurato che «vi trovatre di fronte ad un progetto politico stabile, destinato ad avere un lungo futuro».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>