Iniziative — 22 maggio 2006

Successo del Lazio in Romania

Roma, 22 Maggio 2006

BucarestÈ soddisfatto l’assessore regionale alla Piccola e Media Impresa, Francesco De Angelis, al termine della visita di quattro giorni che ha visto protagonista, in Romania, una folta delegazione di associazioni di categoria ed imprenditori. Una missione che ha avuto lo scopo preciso di sottoscrivere alcuni protocolli di intesa che andranno a favorire le relazioni tra i due sistemi produttivi.

“Un successo senza precedenti. Il Lazio si sta affermando velocemente in Romania. Abbiamo avviato accordi sotto tutti i punti di vista, ora spetta alle imprese raccogliere i frutti e moltiplicare le opportunità di business, soprattutto alla luce dell’ingresso della Romania nell’Unione europea e dei circa 31 miliardi di euro che l’UE ha stanziato in favore dello sviluppo della Romania”.

“Trenta imprese laziali  – spiega De Angelis illustrando nel dettaglio quanto accaduto – hanno generato un volume di affari pari a circa 20 milioni di euro usufruendo dei fondi messi a disposizione dall’assessorato delle Piccole e medie imprese della Regione Lazio. La Regione aveva emesso un bando (concluso il 31 dicembre) per complessivi 5,2 milioni di euro a favore delle imprese laziali che avessero deciso di investire in alcuni Paesi esteri. Una quota di questi fondi era destinata alle imprese che avrebbero investito in Romania. Altre otto piccole e medie aziende laziali si sono aggiunte nello stesso periodo grazie ai servizi forniti dal contact-point della stessa Regione Lazio, che fornisce anche assistenza”.

L’assessore De Angelis, tra le altre cose, ha siglato un protocollo d’intesa con il sindaco di Bucarest e il presidente della provincia di Ilfov, Doru Laurian Badulescu, per avviare una serie di relazioni e collaborazioni tra le imprese dei due Paesi nei prossimi tre anni in vari settori, tra cui infrastrutture e cultura.

“Tre miliardi subito e altri otto circa nei prossimi anni – aggiunge l’assessore – E’  la cifra complessiva di fondi municipali, statali e internazionali che saranno investiti a Bucarest e nella regione circostante (Ilfov) in tutti i settori di sviluppo. Come è stato sottolineato dalle autorità locali, bisogna investire prima di tutto in infrastrutture (a cominciare da strade e acquedotti), nell’ambiente (raccolta e smaltimento di rifiuti solidi urbani, depurazioni), agricoltura. Fondi che, è bene ricordarlo, le imprese laziali potranno utilizzare per sviluppare i progetti”.

La missione appena conclusasi avrà un seguito con un evento importante: “Si tratterà – spiega De Angelis al termine di un incontro con il ministro del Commercio della Romania rumeno Iuliu Winkler – della più grande iniziativa regionale italiana in termini di business forum”.

Ad organizzarla, ad ottobre, sarà è la Regione Lazio insieme con le autorità rumene, l’ambasciata e tutte le province della Romania interessate a sviluppare progetti di partenariato con le istituzioni e le imprese laziali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>