Iniziative — 6 giugno 2006

De Angelis: una cabina di regia per l’Internazionalizzazione del Lazio

6 Giugno 2006 

 «Lo sviluppo del territorio e delle PMI deve necessariamente passare attraverso la creazione di una cabina di regia in materia di internazionalizzazione. In pratica il rafforzamento del tessuto produttivo laziale, che stiamo conducendo attraverso una serie di azioni a sostegno di consorzi e distretti industriali, per il rilancio delle aree in crisi e per rafforzare il sistema degli incentivi e del credito, deve essere orientato a dare competitività alle nostre imprese in chiave di sviluppo sui mercati».

6 giugno 2006

«Lo sviluppo del territorio e delle PMI deve necessariamente passare attraverso la creazione di una cabina di regia in materia di internazionalizzazione. In pratica il rafforzamento del tessuto produttivo laziale, che stiamo conducendo attraverso una serie di azioni a sostegno di consorzi e distretti industriali, per il rilancio delle aree in crisi e per rafforzare il sistema degli incentivi e del credito, deve essere orientato a dare competitività alle nostre imprese in chiave di sviluppo sui mercati».

Lo afferma l’Assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato Francesco De Angelis.

«Dobbiamo rafforzarci all’interno per essere vincenti all’estero: questa è la nostra convinzione che sta ispirando le azioni, le strategie ed i progetti. Ne consegue, prosegue l’Assessore, che gli obiettivi da raggiungere sono la riduzione della frammentazione delle risorse e delle competenze; la focalizzazione delle politiche su settori/Paesi con la realizzazione di progetti mirati a gruppi di imprese; l’ottimizzazione degli interventi; l’attivazione del processo di aggregazione delle imprese e individuazione degli strumenti più idonei.

Obiettivi che, a monte, prevedono una cabina di regia in grado di valutare in maniera globale i mercati ed i settori produttivi su cui puntare, promuovendo strumenti normativi, organizzativi, finanziari e partecipativi e concretizzando progetti specifici, che abbiano una forte attenzione alla condivisione ed allo sviluppo delle PMI».

L’Assessore ha quindi annunciato l’elaborazione del Programma unico 2006 dell’Assessorato per la  proiezione internazionale del sistema Lazio, che prevede diversi livelli di intervento: dalla classica promozione alle azioni "progettuali di sistema", dai progetti ad hoc per gruppi di  imprese e consorzi agli incentivi, fino all’animazione territoriale e ai servizi alle imprese.

«Priorità della Regione, ha concluso De Angelis, resta l’approvazione della legge regionale in materia di internazionalizzazione, il cui iter è stato inaugurato nell’ottobre scorso, quando abbiamo aperto il tavolo di lavoro con associazioni di categoria, consorzi per l’export, consorzi industriali, Unioncamere e Sviluppo Lazio. Una legge che nascerà sotto il segno della concertazione con tutti gli attori territoriali e che dunque mira ad essere uno strumento di sviluppo dell’internazionalizzazione, proprio perché condivisa da tutte le forze protagoniste dell’economia laziale».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>