Iniziative — 21 giugno 2006

De Angelis, pronto il bando di 15 milioni per i distretti di Roma e del Lazio

21 Giugno 2006
COMUNICATO STAMPA

I fondi saranno distribuiti tra gli otto distretti e sistemi produttivi regionali.

Sanofi-Aventis - Stabilimento di Anagni«Insieme a sindacati, rappresentanti degli imprenditori e Sviluppo Lazio, la Regione ha dato il via libera al bando che stanzia quindici milioni di euro a favore degli otto distretti industriali e sistemi produttivi locali di Roma e del Lazio. Un grande risultato per sostenere la competitività delle imprese e dei poli di eccellenza».

Lo afferma l’Assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato Francesco De Angelis, commentando l’importante accordo raggiunto che consentirà, entro il mese di luglio, di far partire il IV bando della legge sui distretti industriali.

«È un accordo strategico, prosegue l’Assessore, perché la Regione ha incrementato le risorse a favore delle imprese: nei tre precedenti bandi lo stanziamento complessivo fu di 12,5 milioni. Quest’anno, con un unico bando, le imprese potranno contare su ben quindici milioni, ripartiti tra gli otto poli di eccellenza del Lazio».

Nel dettaglio, il sistema produttivo dell’audiovisivo di Roma potrà contare su 3 milioni di euro; il sistema produttivo dell’elettronica, nell’area della Tiburtina, sempre nel territorio del comune di Roma, è destinatario di 1 milione e 200mila euro; il sistema produttivo chimico-farmaceutico, che interessa tre diverse aree produttive nelle province di Roma, Latina e Frosinone, potrà contare su 2 milioni e 200 mila euro. Importanti risorse anche per le imprese del distretto viterbese della ceramica di Civita Castellana (2 milioni e 200 mila euro); per il distretto del tessile di Sora (1 milione e 200 mila euro); il distretto del lapideo, che interessa il polo frusinate del marmo di Coreno Ausonio e l’area del travertino di Tivoli e Guidonia (2 milioni e 200 mila euro); per il sistema agroindustriale di Latina (un milione) e per il sistema reatino dell’innovazione (due milioni di euro).

«Insieme ai rappresentanti sindacali ed imprenditoriali – spiega De Angelis – abbiamo fissato i criteri per favorire i progetti delle aziende. In particolare le risorse regionali finanzieranno investimenti, consulenze per servizi, progetti di formazione e, novità assoluta, anche spese per attività di ricerca industriale e di sviluppo pre-competitivo. Il bando, inoltre, prevede la concessione di contributi anche alle associazioni temporanee di scopo ed alle associazioni temporanee di impresa. Per favorire l’aggregazione di PMI, infine, è stato deciso di raddoppiare gli importi massimi ammissibili a favore dei progetti presentati da consorzi o società consortili».

Il bando, che verrà pubblicato entro il mese di luglio, contiene rispetto al passato semplificazioni nella compilazione della domanda, favorendo in molti casi l’autocertificazione.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>