Iniziative — 3 luglio 2006

De Angelis: 17 milioni per ricerca e sviluppo

Roma, 30 giugno 2006
COMUNICATO STAMPA

Lunedì 3 luglio si apre il bando regionale rivolto alle imprese che investono in ricerca e sviluppo. MCC gestirà le istruttorie.

«Si tratta di un’opportunità senza precedenti per rafforzare il nostro tessuto produttivo».  E’ questo il commento del Presidente della giunta Regionale, Piero Marrazzo, all’avvio del bando regionale promosso dall’assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato della Regione Lazio, Francesco De Angelis, che, in relazione alla Legge 598 del 1994, stanzia 17 milioni e 345mila euro per il finanziamento di progetti imprenditoriali di ricerca e sviluppo precompetitivo.

«Le imprese della nostra regione avranno a disposizione un contributo concreto  – ha spiegato il Presidente – per il finanziamento di progetti reali destinati a rafforzare l’innovazione. E’ un obiettivo importante perchè quanto più le nostre imprese sapranno essere innovative, tanto più i prodotti made in Lazio saranno vincenti sui mercati e difficilmente imitabili».

«L’obiettivo del bando, spiega l’Assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato Francesco De Angelis, la cui gestione è affidata a MCC (Mediocredito Centrale), è sostenere la ricerca industriale e tutte quelle attività svolte dalle imprese laziali per la progettazione, la sperimentazione, lo sviluppo e la preindustrializzazione di nuovi prodotti, processi o servizi, attività dunque tese a migliorare le tecnologie esistenti. Le risorse sono importanti, e ciò testimonia la forte volontà della Regione di sostenere l’innovazione».

Il bando, che partirà lunedì 3 luglio, resterà aperto fino al 17 luglio.

Nell’ambito delle risorse rese disponibili, 7 milioni di euro sono destinati al finanziamento delle imprese ubicate nelle zone non ammissibili a cofinanziamento comunitario. Gli altri 10 milioni e 345mila euro andranno a finanziare le imprese ubicate in “aree depresse”, ed il 50% di tali risorse è riservato a progetti relativi ai settori farmaceutico, tutela della salute, diagnostica medica e tecnologie biomedicali, neuroscienze e biotecnologie.

«Per le imprese laziali – ha concluso De Angelis – è un importante strumento a sostegno della loro competitività, per crescere all’insegna dell’innovazione e della ricerca».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>