Iniziative — 6 luglio 2006

De Angelis: il 13 luglio tavolo di lavoro sull’indotto Fiat

Roma, 6 luglio 2006
COMUNICATO STAMPA

LocandinaFrancesco De Angelis, assessore regionale alla piccola e media impresa, commercio e artigianato, è intervenuto nell’ambito del convegno sulle problematiche dell’indotto Fiat che si è tenuto questa mattina all’interno dell’aula magna dell’università di Cassino. Convegno organizzato da Bic Lazio.

Roma, 6 luglio 2006
COMUNICATO STAMPA

“La strada per la rivitalizzazione del sistema produttivo ed imprenditoriale passa per la tecnologia, per l’innovazione e per la formazione. Su queste direttive ci si gioca il futuro”.

Stabilimento FIAT - Cassino (FR)Francesco De Angelis, assessore regionale alla piccola e media impresa, commercio e artigianato, è intervenuto così nell’ambito del convegno sulle problematiche dell’indotto Fiat che si è tenuto questa mattina all’interno dell’aula magna dell’università di Cassino. Convegno organizzato da Bic Lazio nell’ambito del quale è stato presentato uno studio sulla competitività delle imprese legate allo stabilimento Fiat.

“Lo studio presentato oggi – ha aggiunto De Angelis – ci aiuta a comprendere la realtà produttiva Fiat. Ci aiuta a capire cosa la circonda. Di conseguenza ci permette di fare una seria e concreta analisi di difficoltà oggettive che vanno capite per essere superate. Un utile strumento di lavoro per il tavolo regionale che abbiamo aperto qualche mese fa per affrontare la crisi FIAT e che il prossimo 13 luglio convocheremo, con sindacati, categorie ed enti, per gestire i fondi messi a disposizione dalla Regione, 15 milioni in tre anni, con l’obiettivo di mettere a punto una strategia di lungo periodo per sostenere la competitività delle PMI e i livelli occupazionali”.

“A proposito di formazione ed innovazione – ha proseguito De Angelis -  non possiamo dimenticare la presenza dell’Università di Cassino con la quale da tempo sono stati avviati dei rapporti di collaborazione. Un ateneo di fondamentale importanza nell’ottica dello sviluppo, intorno al quale  debbono ruotare gli sforzi tesi alla crescita del territorio, in sinergia con le altre forze locali (Amministrazione provinciale, Camera di Commercio, Organizzazioni di categoria, sindacati ecc.) con l’obiettivo di fare sempre, e di più, sistema”.

Poi un richiamo alla semplificazione burocratica: “Dobbiamo realizzare una pubblica amministrazione che sia amica delle imprese e non avversaria. Capace di agevolare e non di ostacolare. Quanto più le procedure pubbliche saranno semplici, tanto più gli imprenditori saranno motivati ad investire, creando nuova ricchezza ed occupazione nel nostro territorio”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>