Iniziative — 5 ottobre 2006

Cosilam: De Angelis, 5 Ml per il depuratore di Piedimonte San Germano

5 ottobre 2006
COMUNICATO STAMPA

«Il Consorzio di Sviluppo Industriale del Lazio meridionale potrà finalmente contare su una struttura più adatta alle esigenze del territorio, di strategica importanza per l’intero comprensorio».

Francesco De Angelis, assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato della Regione Lazio, commenta soddisfatto l’approvazione, da parte del Comitato Tecnico regionale dei Lavori Pubblici, della delibera di Giunta che finanzia l’ampliamento dell’impianto di depurazione dell’agglomerato industriale di Piedimonte San Germano, nell’ambito del Cosilam.

«Il costo totale del progetto – aggiunge De Angelis – è di 5 milioni 465 mila euro. La Regione Lazio ha riconosciuto, attraverso il Docup, un finanziamento di 4 milioni 918 mila euro, pari al 90% del costo totale dell’opera. Dunque un intervento di grandi proporzioni che conferma le attenzioni della nostra amministrazione alle problematiche dello sviluppo della provincia di Frosinone”.

«Il potenziamento del depuratore – prosegue l’Assessore – è un progetto che si inserisce nell’articolato programma volto a favorire lo sviluppo infrastrutturale e produttivo dell’area cassinate. A tale proposito giova ricordare che, proprio a favore del Consorzio per lo sviluppo industriale del Lazio meridionale, la Regione ha stanziato – nell’ambito della Legge 46 del 2002 (indotto FIAT) -  1,8 milioni per  la creazione di un rondò a servizio della viabilità del comprensorio industriale ed altri 680 mila euro per il cablaggio dei nuclei industriali di Cassino e Pontecorvo. Risorse importanti con cui, unitamente ad altri interventi strategici, intendiamo rafforzare la competitività e l’appetibilità del territorio».

«La Regione dunque – conclude De Angelis – scommette sul Cosilam e sta onorando gli impegni che ho assunto lo scorso anno, quando – insieme al Presidente del Consorzio Mario Abruzzese – abbiamo concordato una linea condivisa di azione, sottoscrivendo anche un apposito protocollo di collaborazione tra Regione Lazio e Cosilam».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>