Comunicati stampa — 3 dicembre 2007

7,3 MILIONI PER IL NUOVO TEATRO DI FROSINONE

LA SODDISFAZIONE DI DE ANGELIS E MARINI

Roma, 3 dicembre 2007

 «La città di Frosinone avrà il suo nuovo teatro comunale. La Giunta regionale, infatti, ha approvato nell’ultima seduta l’accordo di programma quadro “Beni e Attività culturali”, sottoscritto dalla Regione Lazio, dal Ministro dello Sviluppo Economico e dal Ministero per i Beni e Attività culturali».

 


Lo comunica Francesco De Angelis, assessore alla pmi, commercio e artigianato, commentando la delibera regionale promossa dall’assessore alla Cultura, Giulia Rodano, che stanzia nel triennio 2007-2009, 7 milioni e 300mila euro per la realizzazione del nuovo teatro comunale del capoluogo ciociaro.

«Si tratta –aggiunge soddisfatto il sindaco Michele Marini – di un importante riconoscimento alla crescita sociale, culturale ed economica della nostra città. Finalmente Frosinone disporrà di una struttura adeguata per attirare eventi culturali e di spettacolo all’altezza».

«Ringrazio la collega Giulia Rodano – ha sottolineato De Angelis – che ha compreso l’importanza di dotare il capoluogo di questa importante infrastruttura. Tra l’altro nella stessa delibera sono compresi, per la provincia di Frosinone, altri otto interventi lungo l’itinerario delle mura poligonali del Frusinate, per un totale di 3 milioni e 286 mila euro».

Nello specifico gli interventi riguardano: la riqualificazione dell’Acropoli di Alatri e delle sue adiacenze (440 mila euro); il consolidamento, il restauro e la messa in sicurezza delle Mura ciclopiche – Parco della Rimembranza di Anagni (385 mila); completamento ed attrezzature finalizzate alla riapertura del Castello Ladislao di Arpino, di proprietà della provincia di Frosinone, come sede espositiva (770 mila); recupero conservativo delle mura dell’area archeologica di S.Marco e Valle Giordana di Atina (220 mila); recupero, attraverso il consolidamento e la ricostruzione delle mura in opera poligonale, con allestimento del percorso pedonale di Ferentino (601 mila); recupero della cinta muraria di epoca romana e delle strutture difensive di epoca medievale di Veroli, in località S.Leucio (550 mila); recupero del patrimonio relativo ai templi repubblicani situati nel plesso della cattedrale e del vescovado di Sora (100 mila); studio di fattibilità, sull’intero territorio provinciale, per il recupero a fini culturali di manufatti industriali dimessi (221 mila).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>