Comunicati stampa — 13 dicembre 2007

CARTIERA RENO DE MEDICI, DE ANGELIS INCONTRA I LAVORATORI

«PRESTO L’ALLACCIO AL DEPURATORE COSILAM»

11 dicembre 2007

 

«Siamo perfettamente consapevoli delle preoccupazioni dell’azienda, dei dirigenti e degli oltre 400 lavoratori. Attraverso l’allaccio al nuovo acquedotto idrico industriale del Cosilam provvederemo a risolvere tutti i problemi».

Francesco De Angelis, assessore alla piccola e media impresa, commercio ed artigianato, ha voluto così tranquillizzare la dirigenza della cartiera Reno De Medici di Villa Santa Lucia, alle prese con le difficoltà legate allo smaltimento delle acque derivanti dalla lavorazione.

 


De Angelis, che ha effettuato un sopralluogo presso l’azienda insieme al Presidente del Consorzio per lo sviluppo industriale del Lazio Meridionale, Mario Abruzzese, ha raccolto il grido d’allarme lanciato nei giorni scorsi alla luce della temporanea sospensione dell’attività.

«Insieme ad Abruzzese – ha spiegato De Angelis – abbiamo individuato, nell’allaccio al futuro depuratore Cosilam, la soluzione del problema. Il depuratore è una struttura di strategica importanza per tutto il comprensorio, di recente ampliata e potenziata grazie all’intervento della Regione Lazio, attraverso un finanziamento di 4 milioni 918 mila euro, pari al 90% del costo totale dell’opera. Un intervento indispensabile che sottolinea ancora una volta le attenzioni che l’amministrazione regionale ha nei confronti delle problematiche dello sviluppo del Cassinate e di tutta la provincia di Frosinone».

«Il nostro obiettivo – ha ripreso l’Assessore – è duplice: garantire lo sviluppo imprenditoriale e tutelare al tempo stesso i lavoratori. La risposta data dalle Istituzioni oggi va proprio in questa direzione».

«La Regione Lazio – ha aggiunto Abruzzese – sta onorando gli impegni assunti e quanto si sta facendo per il depuratore del Consorzio, si inserisce in un articolato programma volto a favorire lo sviluppo infrastrutturale e produttivo dell’area cassinate (parlo della legge 46/02 sull’indotto Fiat, del potenziamento e della creazione di un rondò a servizio della viabilità del comprensorio industriale, del cablaggio dei nuclei industriali di Cassino e Pontecorvo). Risorse importanti e interventi strategici volti sicuramente a rafforzare la competitività di tutto il comprensorio».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>