Comunicati stampa — 16 gennaio 2008

INDOTTO FIAT, DALL’EMERGENZA ALLO SVILUPPO

Celebrato a Montecassino il Tavolo di concertazione per gli interventi da attuare nel 2008.
 

10 milioni di euro. Sono le risorse che la Regione Lazio ha stanziato, su iniziativa dell’Assessore alla piccola e media impresa, commercio e artigianato Francesco De Angelis, per finanziare la legge 46/2002 (Interventi per il sostegno allo sviluppo ed all’occupazione nelle aree interessate dalla crisi dello stabilimento FIAT di Piedimonte S. Germano). 

È stato lo stesso Assessore ad annunciarlo aprendo il Tavolo permanente sulla crisi dell’indotto FIAT, incontro tenuto presso l’Abazia di Montecassino cui hanno preso parte i sindacati dei lavoratori, le associazioni di categoria del territorio, i consorzi e gli enti locali.

Ad accogliere i partecipanti presso l’Abazia è stato il nuovo Abate di Montecassino, S.E. Padre Pietro Vittorelli, che ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa, soprattutto per i risvolti che potrà avere a sostegno dell’occupazione giovanile e della crescita globale della provincia.

Alla presenza, tra gli altri, del Presidente della Provincia Francesco Scalia e del Presidente del Cosilam Pietro Abruzzese, De Angelis ha richiamato gli interventi attuati ed in corso di svolgimento, introducendo poi le linee di programmazione per il prossimo triennio.

«Tra il 2006 ed il 2007, ha esordito De Angelis, la Regione ha stanziato 13 milioni e 656 mila euro, finanziando importanti progetti concordati con le forze territoriali. Alcuni progetti sono già avviati o in via di completamento».

I progetti avviati tra 2006 e 2007 sono: un Fondo di garanzia per le PMI; progetti nel campo della ricerca da spin-off; contributi alle aziende per l’innovazione tecnologica; attività di animazione territoriale e di sostegno alle imprese; progetti per la diversificazione delle produzioni delle PMI. Ed ancora, un rondò a servizio della viabilità del Consorzio Cosilam, il cablaggio dei nuclei industriali di Cassino, Pontecorvo, Anagni, Frosinone, Ceprano e Sora; lo studio per la realizzazione delle fermate TAV a Cassino e Frosinone e finanziamenti alle imprese attraverso i patti territoriali, di competenza dell’Amministrazione provinciale di Frosinone.

Passando all’attività da svolgere nell’immediato futuro, De Angelis ha sottolineato che 6 dei 10 milioni stanziati dalla Regione verranno utilizzati nel 2008, i restanti 4 saranno utilizzati nel 2009 e nel 2010.

«Tali risorse, ha annunciato De Angelis, verranno utilizzate per nuovi progetti decisi dal Tavolo di concertazione. Per quanto ci riguarda, abbiamo avanzato una serie di proposte su cui ci confronteremo nei prossimi giorni, proposte e progetti che vanno nella direzione di rafforzare le infrastrutture, rendendo più appetibile il territorio rispetto agli investimenti, e dall’altro a fornire alle aziende opportunità e strumenti di reale crescita competitiva, con una reale attenzione a settori strategici come l’energetico e le nanotecnologie».

 

Il Tavolo ha già individuato alcune priorità, come l’approvvigionamento idrico e la realizzazione della rete fognaria per l’area industriale del Cosilam; la promozione di un polo logistico, coordinato dal Cosilam, relativo all’indotto del settore auto (una sorta di magazzino virtuale e reale per mettere in rete le produzioni delle PMI dell’indotto a servizio dello stabilimento FIAT) ed altri progetti riguardanti il risparmio energetico, la valorizzazione dell’ambiente, il monitoraggio dei sistemi competitivi delle aziende e dei territori della provincia di Frosinone, l’applicazione industriale nel campo delle  nanotecnologie.

«L’obiettivo, ha concluso De Angelis, è impegnare il danaro pubblico non per interventi a pioggia, ma con azioni e progetti concreti, per rafforzare la dimensione competitiva del territorio e delle PMI, anche in settori non direttamente legati al settore auto.

Un’azione a tutto campo, frutto del grande lavoro di concertazione con gli attori locali, pubblici e privati, ai quali va il mio grazie per la collaborazione continua sul fronte dello sviluppo».

 

tratto  da TRG  Lazio del 15 Gennaio 2008.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>