Comunicati stampa — 16 febbraio 2009

RAPISARDA DI ANAGNI, VERTICE IN REGIONE

DE ANGELIS E TIBALDI: «SI AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI».

Roma, 13 febbraio 2009
«Confermiamo la disponibilità della Regione Lazio a consentire l’accesso agli ammortizzatori sociali e a tutti gli strumenti di politica attiva del lavoro resi disponibili dalla normativa per favorire l’eventuale ripresa del sito produttivo o, comunque, garantire il massimo di ricollocazione per i lavoratori interessati».

Con queste parole gli assessori regionali Francesco De Angelis e Alessandra Tibaldi hanno concluso l’incontro che si è svolto negli uffici di via Rosa Raimondi Garibaldi per un esame della vicenda della Rapisarda, l’azienda che ha avviato la procedura di mobilità per i 49 dipendenti dello stabilimento di Anagni.

Alla riunione erano presenti, oltre ai due assessori, anche i rappresentanti dell’azienda produttrice di tubi e delle organizzazioni sindacali.


Organizzazioni sindacali che hanno ribadito la propria contrarietà ad affrontare la crisi attraverso l’uso della mobilità. «L’accesso ora possibile ad altri ammortizzatori sociali quali la CIGS – hanno spiegato i rappresentanti sindacali – consentirebbe infatti di attendere l’evoluzione della crisi economica senza rescindere il rapporto tra azienda e lavoratori disperdendo il patrimonio di esperienze e competenze accumulato nel tempo».

L’azienda ha ribadito e confermato la decisione di pervenire alla cessazione di attività e conseguente dismissione del sito di Anagni a causa della crisi economica mondiale.

Da qui la proposta avanzata dagli assessori De Angelis e Tibaldi: «Ci sono gli strumenti e l’opportunità per rinviare la decisione di chiusura del sito – hanno spiegato – Continuiamo a lavorare per trovare una soluzione positiva alla vicenda».

L’azienda ha dichiarato la propria disponibilità ad esaminare la proposta e sottoporla al vaglio della proprietà. Il prossimo incontro è stato fissato per il 10 marzo alle ore 10.30 negli uffici della Regione Lazio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>