Comunicati stampa — 31 marzo 2009

INDOTTO FIAT: DE ANGELIS, 700 MILA EURO

PER INVESTIMENTI TECNOLOGICI E PER COMPETITIVITÀ PMI

Roma, 30 marzo 2009

 FIAT

«È un provvedimento che permette di proseguire il cammino intrapreso in favore dell’indotto Fiat, con l’obiettivo di migliorare la competitività del comparto, puntando sull’innalzamento del livello tecnologico, e di dare corpo ai progetti di riconversione produttiva delle imprese della meccanica».


Francesco De Angelis, assessore alla piccola e media impresa, commenta soddisfatto la determinazione assunta dalla Direzione Attività produttive dell’Assessorato, con cui si dà il via libera all’investimento di 700 mila euro a favore di due progetti a beneficio del settore auto in provincia di Frosinone: il programma sulle nanotecnologie e il rifinanziamento del “Fondo Cassino”, due progetti rientranti nel piano di attuazione della Legge regionale 46/2002 approvati dal Tavolo di concertazione composto da Regione, enti locali e parti sociali.

«Dobbiamo guardare al futuro senza dimenticare le difficoltà che le PMI vivono in questi giorni. Per questo, ha aggiunto De Angelis, la Regione ha puntato da una parte a favorire i programmi di innovazione e diversificazione produttiva presentati dalle imprese della subfornitura FIAT; dall’altro ha messo a punto un progetto, d’intesa con Federchimica e finanziato con 200mila euro, volto alla realizzazione di un fondo di venture capital per attirare investimenti sul fronte delle nanotecnologie applicate al comparto della meccanica auto».

«Gli altri 500 mila euro – ha precisato l’Assessore – andranno a rifinanziare il “Fondo Cassino”, lanciato lo scorso anno su iniziativa del mio assessorato e gestito da BIC Lazio e Unionfidi Lazio per favorire l’innovazione, la diversificazione produttiva e la competitività delle imprese che ricadono nel sistema della subfornitura Fiat della provincia di Frosinone. Un’azione che, soprattutto in questo periodo di forte criticità nel settore auto, intende consolidare le imprese, fornendo loro nuove opportunità competitive, a cominciare dalla parziale riconversione del ciclo produttivo».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>