Comunicati stampa — 8 aprile 2010

COMUNICATO STAMPA DE ANGELIS: “SULLA VIDEOCON L’EUROPA VUOLE VEDERCI CHIARO”

"Per quanto riguarda i contributi ricevuti dall’azienda Videocon da parte del Fondo Sociale Europeo, la Commissione europea si impegna a verificare il rispetto delle condizioni previste dal bando di gara: mi sembra una procedura opportuna e di interesse generale". Con queste parole il deputato europeo del Pd Francesco De Angelis annuncia che la sua missiva del 12 febbraio 2010 indirizzata alla Commissione europea, e in cui si evidenziava la situazione dei dipendenti dello stabilimento di Anagni, ha avuto esito positivo.

 

 

 

Nella risposta del 29 marzo, infatti, il Vice Presidente Antonio Tajani (Industria e Imprenditoria) e il Commissario Lázló  Andor (Occupazione, Affari Sociali e Integrazione) annunciano una iniziativa per richiedere all’autorità di gestione del Programma Operativo Lazio 2000-2006 informazioni circa il rispetto delle condizioni previste dal bando di gara da parte dell’azienda Videocon.

 

"Pur nel rispetto del principio di sussidiarietà e dunque delle prerogative e delle funzioni dell’autorità laziale di gestione del Programma Operativo – continua l’esponente del Pd – l’iniziativa della Commissione europea è utile e importante perché pone a livello europeo una questione, quella del futuro dei 1.400 dipendenti della Videocon, che fino ad oggi ha trovato scarso rilievo pubblico. Ci aspettiamo che la proprietà indiana della Videocon renda conto del rispetto della direttiva 98/59/CE relativa ai licenziamenti collettivi e dell’osservanza delle condizioni previste a suo tempo dal bando di gara del FSE".

 

"Questo – conclude De Angelis – deve avvenire a prescindere dalle ipotesi attualmente in discussione per una cessione delle attività dello stabilimento, perché mentre l’attuale proprietà sta valutando le ipotesi di cessione più vantaggiose per sé, da mesi e mesi i dipendenti vivono in regime di Cassa Integrazione Straordinaria, senza un progetto e un futuro".

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>