Comunicati stampa — 18 giugno 2010

Orario di lavoro degli autotrasportatori: il Parlamento europeo chiede più tutele e garanzie

I lavoratori autonomi autisti di bus e di camion devono essere soggetti alle stesse regole sull’orario lavorativo alle quali sono sottoposte le società di autotrasporti. Questo è stato deciso dai deputati, confermando cosi la raccomandazione della commissione per l’occupazione e gli affari sociali.

Una leggera maggioranza di deputati ha respinto una proposta della Commissione europea che proponeva l’esenzione dei lavoratori autonomi autisti di bus e di camion dalla legislazione comunitaria in materia di orario di lavoro. Con 368 voti in favore, 301 contrari e 8 astensioni, l’Aula ha confermato l’opinione della commissione per l’occupazione e gli affari sociali contraria a tale esclusione, sulla base di motivazioni riguardanti la salute e la sicurezza degli autisti, la sicurezza stradale e le norme sulla concorrenza.

 

 

 

 

"E’ una battaglia vinta innanzitutto dal Gruppo Socialista e Democratico al Parlamento europeo" ha commentato l’eurodeputato De Angelis, per il quale "i criteri di sicurezza e la tutela della salute degli autisti lavoratori autonomi riguardano la salute e la sicurezza stradale di tutti gli utenti delle strade e autostrade".

I lavoratori autonomi autisti di bus e di camion erano già stati esentati, temporaneamente, dalla legislazione comunitaria in materia di orario di lavoro, con una clausola però che prevedeva la fine di tale eccezione il 23 marzo 2009, nel caso in cui la Commissione non avesse presentato una proposta in senso opposto, cosa che é avvenuta nell’ottobre 2009. L’attuale legislazione per gli autotrasportatori autonomi fissa come limite una media di 48 ore settimanali di lavoro, che può salire a 60 a condizione però che la media settimanale di 48 ore non sia superata per almeno un periodo di quattro mesi.

Respingendo la proposta della Commissione, la legislazione corrente rimane in vigore senza modifiche, incluso l’articolo che prevede l’inclusione dei lavoratori autonomi dal 23 marzo 2009.

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>