Comunicati stampa — 8 luglio 2010

CRISI FINANZIARIE E BANCHI: IL PARLAMENTO EUROPEO VARA NUOVE NORME

Con 625 voti favorevoli, 28 contrari e 37 astensioni il Parlamento europeo ha approvato le nuove regole sui bonus a favore dei manager.

Le nuove rigide norme riguardano i bonus per i manager e l’inasprimento delle regole che le banche avranno l’obbligo di rispettare a garanzia dei rischi derivanti dalle loro attività commerciali e dall’esposizione a titoli particolarmente rischiosi.

 

"Sono passati due anni dall’inizio della più grande crisi globale degli ultimi decenni – ha dichiarato De Angelis – e mentre le banche ancora non hanno messo mano alle necessarie riforme, il Parlamento europeo mette fine agli incentivi per i manager e ai rischi eccessivi per gli investitori".


 

 


In base al testo adottato, per i bonus in denaro sarà fissato un limite del 30% del totale e del 20% per quelli particolarmente elevati. Elemento importante della misura è rappresentato dal fatto che ciascun bonus dovrà essere restituito qualora gli investimenti non diano i risultati previsti. Inoltre, almeno il 50% del bonus totale sarà pagato sotto forma di "capitale contingente", cioè in fondi ai quali attingere in caso di difficoltà per la banca.

Infine, i premi dovranno essere regolati sulle retribuzioni: ciascuna banca dovrà stabilire dei limiti per i bonus in base agli stipendi, per limitare il loro uso sproporzionato nel settore finanziario, secondo le linee guida comunitarie.

 

Se il Consiglio approverà il testo licenziato dal Parlamento europeo, le nuove misure potrebbero entrare in vigore a partire dal gennaio 2011, e quelle sulle disposizioni dei requisiti patrimoniali entro il 31 dicembre 2011.

 

"Sono misure di buon senso – ha commentato l’eurodeputato del Pd – che in tempi di crisi e di deflagrazione del settore bancario daranno un sicuro e concreto contributo al rilancio del rapporto di fiducia tra banche e cittadini. L’Europa utile è anche questa: l’Europa delle garanzie e a tutela dei nostri risparmi".

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>