De Angelis: “Saldi, è stato fatto un passo indietro rispetto al passato”

“Ritengo la decisione di posticipare i saldi al terzo sabato di Gennaio un passo indietro rispetto alla mia legge, che li anticipava al primo sabato del mese”. Queste le prime parole dell’europarlamentare Francesco De Angelis, già assessore al commercio della Regione Lazio, nel commentare la decisione di far slittare i saldi invernali al terzo sabato di Gennaio.

“La politica – continua De Angelis – dovrebbe essere meno ancorata alle vecchie posizioni, dimostrando di comprendere i cambiamenti sociali avvenuti negli ultimi tempi. Dunque, sarebbe auspicabile una maggiore flessibilità di fronte a esigenze diverse, cercando di coniugare, in questo caso, le esigenze del consumatore con quelle degli esercenti.

 "I saldi – prosegue De Angelis – rappresentano per i consumatori un’ottima occasione per poter fare acquisti e per i commercianti la possibilità di aumentare le percentuali di vendita. Attendere la fine di tutto il periodo natalizio, con l’apertura dopo la metà di Gennaio, è un errore poiché non si sfrutta, neppur in minima parte, il coinvolgimento delle festività. Considerando quel che accade in altre regioni a noi vicine, in questo modo, ritardando i saldi nelle prime due settimane si rischia di penalizzare i commercianti e di non concedere un’occasione di acquisto agevolato ai consumatori, in un periodo difficile come questo”. “Credo comunque – conclude De Angelis – che il problema può essere risolto solo attraverso la concertazione, un confronto tra associazioni di categoria e dei consumatori, al fine di arrivare ad una soluzione equa, magari riuscendo a trovare una proposta che riesca ad uniformare le regioni italiane, nell’interesse di tutti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.