Comunicati stampa — 21 novembre 2010

DE ANGELIS AL CONGRESSO DI ARCE

Nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Segretario nazionale del PD Pierluigi Bersani, denominata "La Pazienza è finita: rimbocchiamoci le maniche. Porta per porta", che vedrà il suo culmine nella manifestazione dell’11 Dicembre a Roma, il Circolo del PD di Arce ha organizzato un dibattito-incontro con i cittadini che si è svolto Sabato 20 Novembre nella sede della Banda musicale arcese prima del congresso cittadino.

 

All’iniziativa ha partecipato anche l’europarlamentare Francesco De Angelis che nel suo intervento ha dichiarato: "Questi appuntamenti sono fondamentali per richiamare il nostro popolo, per tornare a parlare dei problemi della gente, delle false promesse del governo Berlusconi e delle proposte del PD per un’alternativa di governo.

Il porta a porta, il volantinaggio, gli incontri diretti, sono le armi di comunicazione che hanno sempre contraddistinto il nostro mondo e che ancora oggi hanno efficaci e lo testimoniano le numerose persone che sono intervenute oggi. I cittadini che abbiamo incontrato in questo appuntamento ci esortano ad andare avanti, siamo sulla strada giusta. Dobbiamo tornare a far essere protagonista l’Italia, il nostro Paese, che oggi appare dimenticato". Sulla stessa scia il Coordinatore del PD di Arce Carlo Delli Cicchi, appena riconfermato con larga maggioranza nel suo incarico: “I cittadini, le imprese, le amministrazioni sentono ogni giorno di più che non esiste un sistema di aiuti, non esistono proposte per uscire dalla crisi economica e sociale. Noi vogliamo spiegarle, le nostre proposte, che si basano su lavoro, lotta all’evasione, tutela dell’ambiente, scuola e università, aiuti alle famiglie. L’iniziativa di oggi ha visto una bella partecipazione, con un dibattito vero, un momento di confronto e di crescita per tutti. Vogliamo preparare nel migliore dei mondo il terreno per l’11 dicembre con la manifestazione nazionale che si svolgerà a Roma: il nostro Circolo sicuramente sarà presente con una delegazione numerosa, perché ci teniamo a mandare un forte messaggio di protesta verso il Governo".

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>