Comunicati stampa — 31 dicembre 2010

Militare ucciso in Afghanistan. Il cordoglio di De Angelis.


L’alpino Matteo Miotto, militare in missione in Afghanistan, è stato ucciso da un cecchino. È avvenuto nel Gulistan (provincia di Farah) questa mattina, il militare italiano è stato colpito mentre era di guardia ad una torretta. Era in forza al settimo reggimento alpini di Belluno e si trovava in Afghanistan da luglio. “Esprimo profondo cordoglio per quest’ennesimo lutto che colpisce le forze armate italiane” – ha dichiarato De Angelis –

“Quest’anno – prosegue De Angelis – purtroppo si chiude con un sentimento di dolore per un’altra vittima italiana. Esprimo solidarietà alle nostre Forze armate che svolgono in Afghanistan una funzione difficilissima e indispensabile per realizzare condizioni di civile convivenza”.

 Sale a trentacinque il numero degli italiani morti in Afghanistan, dall’inizio della missione nel 2004, di cui tredici nel 2010. “Questo ennesimo episodio -conclude De Angelis - dimostra che la situazione è sempre più incerta ed occorre riflettere e discutere, assieme agli alleati, sulla strategia da attuare, per garantire sempre di più gli elementi ordinari di sicurezza per i nostri militari impegnati".

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>