Comunicati stampa — 5 gennaio 2011

Medici di famiglia senza stipendio, De Angelis: “Non è allarmismo, è la realtà dei fatti”

“Il Presidente Mandarelli non deve dirlo a me che è stato un allarmismo fuori luogo, lo dica ai medici di famiglia e soprattutto al sindacato Fimmg che ha inviato una diffida alla Asl. Ho solamente portato l’attenzione su un problema, esplicando la semplice realtà dei fatti”.

 

Queste le prime parole dell’on. Francesco De Angelis in replica alle affermazioni del consigliere regionale e Presidente della Commissione Sanità Alessandra Mandarelli in merito alla questione dei ritardi del pagamento degli stipendi ai medici di famiglia.

“Liquidare la questione come problema squisitamente tecnico – prosegue De Angelis – ci sembra un atteggiamento superficiale, soprattutto in vista del fatto che si tratta del secondo mese consecutivo che si ripete questo disguido. Dalla valuta dei pagamenti degli stipendi, infatti, si evince chiaramente che sia nel mese di Novembre che a Dicembre, anziché il 27 del mese, come dovrebbe essere in base al punto 3 dell’accordo collettivo nazionale, i medici di base si sono visti liquidare gli stipendi con quasi dieci giorni di ritardo. Ecco perché non si tratta di un disguido tecnico, perché dalla data della valuta  si comprende come i fondi non siano stati stanziati per tempo. Bene ha fatto il segretario provinciale della Fimmg Francesco Carrano a denunciare questo disservizio, perché è inconcepibile che i medici di famiglia della provincia di Frosinone siano rimasti senza stipendio di fine anno, tra l’altro proprio a ridosso delle festività. E’ la conferma che in Regione Lazio con l’amministrazione Polverini regna la disorganizzazione ed il caos, questi episodi non si sono mai verificati con la precedente giunta di centrosinistra”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>