Comunicati stampa — 24 gennaio 2011

MANIFESTAZIONE REGIONALE FIOM DEL 28 GENNAIO, DE ANGELIS ANNUNCIA LA PROPRIA PRESENZA.

"Senza alcun dubbio, parteciperò alla manifestazione del 28 Gennaio a Cassino". Così ha esordito l’europarlamentare Francesco De Angelis intervenendo sulla manifestazione regionale della Fiom prevista venerdì 28 Gennaio a Cassino.

 

"E’ importante esserci" – prosegue De Angelis – "per testimoniare la vicinanza e la solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori  impegnati in queste settimane nella difficile vertenza sull’accordo Fiat. E’ sbagliato trasferire l’accordo di Mirafiori a Cassino. Sul referendum di Torino bisogna riflettere e ascoltare anche le ragioni di chi ha votato no.

 

La vittoria dei si non e’ stata schiacciante e bisogna tener conto anche di quel 46% che ha detto no all’accordo. A tutto questo si aggiunge che la situazione  dello stabilimento di Cassino è diversa da quella di Mirafiori. A Cassino le istituzioni, in primis la Regione Lazio con un investimento di 30 milioni di euro, sono intervenuti a sostegno dello stabilimento, consentendo allo stesso di modernizzarsi e reggere il passo dei tempi, favorendo la competitività e la produttività, tutelando l’occupazione: il polo della logistica e dell’innovazione ne è l’esempio più concreto. Non si può calare dall’alto un accordo così contrastato senza tenere conto del territorio e  della specificità dello stabilimento di Cassino. Inoltre quello che colpisce è l’assenza totale del Governo e delle istituzioni, che  dovrebbero intervenire per far si che gli investimenti  aumentino e contestualmente non ci sia la regressione dei diritti dei lavoratori, in altre parole unire interessi diversi attraverso il dialogo e la concertazione. Noi faremo la nostra parte per sostenere gli investimenti e difendere lo sviluppo e i diritti dei lavoratori. Altrettanto importante per i lavoratori e’ continuare a lavorare per  ricercare l’unità del sindacato che oggi è minata in maniera preoccupante. L’unità del sindacato è l’unico vero antidoto per tutelare, difendere e dare più’ forza ai lavoratori".

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>