Comunicati stampa — 21 marzo 2011

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA, DE ANGELIS: “BISOGNA PROMUOVERE UNA NUOVA CULTURA

“L’acqua è un bene primario per la vita dell’uomo e del pianeta, è giusto che si promuova e diffonda una cultura per la sua gestione ed utilizzo”. Lo ha dichiarato l’europarlamentare Francesco De Angelis in vista della giornata mondiale dell’acqua di Martedì 22 Marzo.

 

 “In tutto il mondo – prosegue De Angelis – si celebra il World Water Day, con iniziative che in questa settimana ci saranno nelle maggiori capitali europee e non. Bisogna sensibilizzare le giovani generazioni ad una nuova cultura dell’acqua, educando tutti ad un utilizzo e a un consumo responsabile delle risorse idriche, parallelamente ad una gestione sostenibile delle risorse idriche, con un approccio che sappia guardare al futuro. Il tema scelto quest’anno dalle Nazioni Unite è “Acqua per le Città: come rispondere alle sfide dell’urbanizzazione”, una tematica che giustamente deve essere approfondita. Discutere insieme, con amministrazioni locali, organizzazioni pubbliche e private, società di gestione, associazioni, dei problemi relativi alle risorse idriche in ambienti urbani".

"Quello dell’acqua – continua l’eurodeputato – è un tema molto importante, di cui il Parlamento Europeo già si è occupato, in ultimo a Luglio scorso, con una dichiarazione scritta sull’acqua potabile, a cui io ho aderito per invitare le istituzioni dell’Unione europea ad adoperarsi sul piano dell’iniziativa internazionale affinché il diritto all’acqua potabile sia riconosciuto come diritto fondamentale dell’uomo. Inoltre, il testo propone che vengano messe in campo risorse finanziarie in grado di favorire la soluzione del problema idrico all’interno degli Stati membri. A Giugno saremo chiamati ad esprimerci sul referendum sull’acqua pubblica, per cui i prossimi mesi saranno l’occasione per discutere di questo delicato argomento. E’ necessario dare maggiore equilibrio e razionalizzazione alla gestione dell’acqua che è, comunque un bene scarso. Un obiettivo che difficilmente potrà essere raggiunto con la privatizzazione e con l’espropriazione di ogni potere decisionale da parte degli enti locali, come propone il Governo Berlusconi”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>