Comunicati stampa — 5 luglio 2011

“LA TAC DI CECCANO SI AVVIA VERSO LA CHIUSURA, CONTINUA IL DISASTRO SANITARIO DELLA DESTRA”

“Il servizio della Tac di Ceccano è stato ridimensionato, questo è il primo passo verso la chiusura definitiva: continua il disastro sanitario della Destra che prosegue nel suo piano distruttivo dell’assistenza sanitaria nella nostra provincia”. Con queste parole ha esordito l’europarlamentare Francesco De Angelis intervenendo sulla questione della Tac.
 
 
 
 
“Non bastava lo smantellamento dell’Ospedale – prosegue De Angelis – Ceccano adesso deve subire anche la scelta della prossima chiusura del centro Tac. Si continua a vanificare il lavoro svolto dal centrosinistra negli anni scorsi, per migliorare ed elevare il sistema sanitario provinciale. Quello della Tac è un servizio di qualità ottenuto dai cittadini, dai medici e dagli operatori sanitari  dopo tanti anni e tante battaglie, grazie al mio impegno personale e alla sinergia tra le giunte di centro sinistra della Regione Lazio e del Comune di Ceccano. Anche in virtù del fatto che si tratta di una Tac di ultima generazione andrebbe ulteriormente valorizzata, visto che nelle realtà pubbliche le liste d’attesa per gli esami diagnostici fanno registrare ritardi spaventosi. 

"Non ci stancheremo mai di dirlo – continua De Angelis – il piano della Polverini è scriteriato, prevede solo tagli indistinti e generalizzati, senza un quadro globale, che affossa la sanità provinciale, vanificando tra l’altro gli ingenti investimenti fatti nelle varie realtà territoriali. Ceccano, anche per la sua vicinanza territoriale al capoluogo di Frosinone, dovrebbe essere considerato un perno importante ed invece continua a pagare dazio in maniera pesante, colpita in modo deciso dalle scelte drastiche ed illogiche del piano sanitario. Dove sono finite le promesse di potenziamento della struttura fatte dalla Polverini in campagna elettorale? Dov’è finito il servizio dell’Eastman di Odontoiatria, annunciato dalla Polverini prima delle elezioni? Ed ancora: che fine hanno fatto l’R.S.A. per anziani e la facoltà di Scienze Infermieristiche, sempre annunciati in campagna elettorale? Per i cittadini di Ceccano si tratta di una presa in giro bella e buona, con l’assenso degli esponenti della destra di questa città e di questa provincia che non difendono il proprio territorio e chinano la testa di fronte a queste scelte scriteriate”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>