Comunicati stampa — 4 settembre 2011

“Dallo sciopero un chiaro segnale al Governo”.

“Cento manifestazioni in tutta Italia, massiccia partecipazione al corteo di Roma, alta adesione allo sciopero: credo che il segnale che arriva al Governo da questa giornata di mobilitazione della CGIL sia chiaro ed inequivocabile”. Così l’europarlamentare Francesco De Angelis ha esordito nel commentare lo sciopero generale della CGIL.
 
 
  “C’erano davvero tutte le categorie a rappresentanza dell’intero mondo del lavoro – ha proseguito De Angelis – per  gridare il proprio “no” alla manovra finanziaria varata dal governo: nonni e nipoti, pensionati e lavoratori, genitori e figli, sindacalisti, istituzioni, gente comune, tutti insieme in piazza, contro il Governo ed a difesa del lavoro. Il PD ha aderito con convinzione, perché siamo stanchi di un Premier oramai inerte e sotto ricatto e di un esecutivo confuso: a rafforzare le ragioni politiche l’articolo 8 della manovra che consente ai contratti aziendali di derogare le leggi, comprese quelle sulla sicurezza del lavoro e sul licenziamento, questo è davvero inaccettabile. E’ un Governo in piena confusione, che naviga a vista, ha cambiato la manovra quattro volte in poche settimane: per il bene del Paese farebbe bene ad andare a casa e liberarci da questa assurda situazione”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>