Comunicati stampa — 10 gennaio 2012

Agenzia Formazione: “Si sta scrivendo una pagina buia”

“Sull’Agenzia Frosinone Formazione si sta scrivendo una pagina buia”. Queste le prime amare parole dell’eurodeputato Francesco De Angelis che torna a commentare la scelta da parte dell’Amministrazione Provinciale di annullare la procedura di stabilizzazione di 36 dipendenti.

“Questo provvedimento – ha proseguito De Angelis – sembra animato solo dalla volontà di contrastare quanto fatto dalla precedente gestione di centrosinistra. Iannarilli prosegue su questa strada della polemica con il passato che sta producendo solo danni al nostro territorio. Purtroppo è un Presidente che non ascolta nessuno, nemmeno i giudici del lavoro, che con ben 21 provvedimenti cautelari e 2 sentenze di merito di primo grado hanno riconosciuto la legittimità della procedura di stabilizzazione dei lavoratori dell’Agenzia, ma Iannarilli pur di proseguire in questa azione non ha esitato a ricorrere all’ennesima costosa consulenza.

“Si è toccato poi un punto davvero molto basso – ha proseguito De Angelis – quando sono state inviate delle pattuglie della polizia provinciale per tutelare il cda dell’agenzia che doveva provvedere all’annullamento degli atti: oramai non ci sorprende più ed il suo comportamento autoritario è testimoniato anche dalla recentissima sanzione per condotta antisindacale emessa dal Tribunale del Lavoro. Con questo modo di fare si sta penalizzando il ruolo dell’Agenzia che non riesce più a garantire un servizio idoneo di istruzione e formazione per i pesanti tagli al personale. In un momento così difficile come quello che stiamo attraversando, il lavoro va tutelato e difeso e non si possono bruciare con leggerezza posti di lavoro come sta facendo il Presidente Iannarilli. Mi auguro che si torni al dialogo e possano essere ripristinate le relazioni istituzionali su questo territorio fra Provincia e parti sociali al fine di trovare una soluzione diversa da quella adottata fino ad oggi dalla Giunta provinciale: ci sono tutte le condizioni giuridiche ed economiche per farlo”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>