Impianto rifiuti TMB a Paliano, “Inconcepibile che a farne le spese sia sempre Frosinone”

“La notizia di un eventuale impianto di trattamento meccanico-biologico dei rifiuti a Paliano preoccupa tutto il nostro territorio”. Così ha esordito l’eurodeputato Francesco De Angelis sull’ipotesi, emersa da una proposta formalizzata dall’Ama e dall’Acea al Prefetto di Roma Pecoraro, commissario delegato per l’emergenza ambientale, della realizzazione di un TMB a Castellaccio nel comune di Paliano.

“Si parla – prosegue De Angelis – di un impianto che dovrebbe trattare mille tonnellate di rifiuti al giorno, tutte provenienti da Roma. Questo è semplicemente inconcepibile. Non è possibile che a farne le spese di una gestione scriteriata dei rifiuti da parte della capitale siano i cittadini della provincia di Frosinone.

Continua De Angelis: “Tra l’altro, in un territorio dove già insiste la discarica di Colle Fagiolara a ridosso del Parco Naturale de La Selva, un patrimonio che andrebbe invece tutelato, difeso e valorizzato. La Provincia di Frosinone continua ad essere massacrata dalla Giunta Polverini: sanità, infrastrutture, trasporto, ora anche l’ambiente. Inoltre la Regione ha da poco dichiarato la Selva “monumento Naturale”, acquistando anche dei terreni per attivare un processo di valorizzazione ambientale: è chiara l’incompatibilità tra la riqualificazione dell’ex parco e l’istallazione di un impianto di Tmb in località Castellaccio. Il centro destra dovrebbe intervenire a monte, puntando sulla riduzione dei rifiuti e sensibilizzando la raccolta differenziata, invece cerca di riparare ai danni della gestione dei rifiuti della Giunta Alemanno a Roma e della Giunta Polverini in Regione collocando l’ennesima discarica nella provincia di Frosinone”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.