Comunicati stampa — 27 gennaio 2012

Fondi UE, De Angelis e Caronna (PD): “Siamo all’inizio ma già emergono criticità”

“Siamo ancora in una fase preliminare rispetto al nuovo ciclo di programmazione dei fondi per il periodo 2014-2020, ma già emergono temi da approfondire e criticità”: lo hanno detto gli eurodeputati del Pd, Salvatore Caronna e Francesco De Angelis, riferendosi ai fondi strutturali europei, che sono stati al centro di un incontro in Commissione Sviluppo Regionale dell’Europarlamento al quale ha partecipato anche il Commissario Ue alla Politica regionale, Johannes Hahn.

“Innanzitutto la macrocondizionalità economica, cioè la previsione di tagliare i fondi agli stati non in regola con la disciplina di bilancio, e il rischio di un eccesso di burocratizzazione sull’utilizzo dei fondi”, hanno spiegato gli eurodeputati in una dichiarazione congiunta all’ANSA.

“Poi, va bene concentrare le priorità per i fondi strutturali, ma va lasciata ai territori una sufficiente flessibilità in fase di attuazione” hanno aggiunto.

Bruxelles, come è noto, vuole concentrare i fondi su tre settori principali: innovazione/ricerca e sviluppo, competitività delle piccole e medie imprese, efficienza energetica/impatto ambientale. Hahn ha ricordato che il 92-93% del denaro speso già rientra in queste tre voci, ma gli Stati membri e le regioni devono decidere su cosa concentrasi e come possono personalizzare i loro piani sulla base delle loro esigenze.Pertanto, hanno concluso Caronna e De Angelis: “Su tutto pesa il grande punto interrogativo su quale sarà la reale disponibilità finanziaria per la programmazione 2014-2020”. Su questo punto, il commissario non ha fatto previsioni, ma ha confermato che eventuali tagli dovranno essere lineari.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>