Comunicati stampa — 17 aprile 2012

Ignazio Marino: “Maurizio Cerroni sindaco per ridare il senso di comunità a Ceccano”

Sala gremita in ogni ordine di posto alla Biblioteca comunale di Ceccano, ed una platea attenta e composta per seguire l’iniziativa a sostegno del candidato sindaco di Ceccano Maurizio Cerroni a cui ha partecipato, tra gli altri, anche il Sen. Ignazio Marini. Ha aperto i lavori il dirigente del PD Mauro Buschini che dopo aver ringraziato il senatore Marino “che oramai con una certa frequenza viene nella nostra provincia, dimostrando grande attenzione verso il nostro territorio” ha introdotto l’argomento principe della serata: la sanità, “quella sanità devastata dalla Giunta Polverini che proprio qui a Ceccano ha chiuso un Ospedale stravolgendo il piano sanitario della Giunta Marrazzo che prevedeva il nosocomio ceccanese parte integrante del Dea di II livello di Frosinone”. Il candidato sindaco Maurizio Cerroni ha puntato l’indice contro l’attuale amministrazione “che ha chiuso il servizio Casa Alice, non sfrutta la mediateca e non ha saputo difendere l’ospedale”. Poi un duro attacco: “Non è ammissibile che un dipendente comunale va in pensione dopo 40 anni e rientra dalla finestra con un contratto di consulenza, togliendo spazio ad un giovane. Ecco, noi non stiamo più con queste persone per questi motivi”. Apprezzamenti alla candidatura di Cerroni anche dalla segretaria provinciale dei Giovani Democratici, Martina Innocenzi: “Ci sono tanti giovani con Maurizio, ed è un bel segnale in un momento di disaffezione alla politica come quello che stiamo vivendo. Sono ragazzi che si stanno impegnando in maniera decisa con proposte concrete, non sono candidature di facciate ma sentite e partecipate”. Anche il Presidente del PD Aldo Antonetti ha rimarcato come Cerroni “meriti un plauso per aver avuto il coraggio di stoppare delle trattative estenuanti e puntare su una squadra costruita intorno a programmi e proposte chiare e concrete con tanti giovani volenterosi e capaci”. Il dottor Carrano ha colto l’occasione della presentazione della proposta della “Clinica della salute integrazione socio-sanitaria”: una struttura di protezione sociale e sanitaria, con l’obiettivo di recuperare e riconvertire la struttura dell’Ospedale spostandola sul territorio per essere più incisivi nelle risposte ai cittadini, una struttura che sappia dare risposte alle patologie croniche e degenerative, per fronteggiare la carenza dei posti letto e del personale e l’emergenza dei pronto soccorso”. Prima di cedere la parola all’ospite clou della serata anche per proseguire sul delicato tema della sanità, l’europarlamentare Francesco De Angelis, che ha presieduto l’iniziativa, ha rimarcato con un inciso: “La presenza di Marino questa sera e della Finocchiaro domani dimostrano una cosa: noi siamo il centrosinistra, non c’è centrosinistra senza PD”. Ignazio Marino nel suo intervento ha toccato ‘diverse problematiche: “La politica in questi giorni ci sta regalando spesso amarezze: scandali e vicende davvero spiacevoli, proprio in un momento in cui si stanno chiedendo grossi sacrifici ai cittadini. Noi proseguiamo nel nostro impegno per cercare di migliorare lo stato delle cose: siamo riusciti a far togliere la tassa del 25% ai medici specializzandi, a esonerare dall’Imu le persone che risiedono in strutture socio-assistenziali perché malate, siamo riusciti a ridurre le spese per l’acquisto dei caccia bombardieri. Ed è dal territorio che devono continuare ad arrivare segnali in questa direzione. Il sindaco ha un ruolo importante nella struttura sociale di una città come questa e di tutte le città del nostro paese e Maurizio è uno di quelli che ha ben chiaro cosa sia il senso di comunità, il senso dello stare insieme, come utilizzare le nostre risorse. Mi fa piacere constatare che ci siano tanti giovani assieme a lui ed allora fate si che grazie a questa generazione digitale si possano aprire le porte del comune per rendere pubblici tutti gli atti in modo che tutti sappiano”. Chiude l’intervento con un messaggio-appello: “Dal giorno dopo le elezioni non pensate cosa maurizio può fare per noi ma pensiamo a cosa noi possiamo fare per maurizio”. Applausi convinti. E meritati.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>