Comunicati stampa — 15 settembre 2012

Pomeriggio culturale ad Alatri per De Angelis

Appuntamento culturale per l’eurodeputato Francesco De Angelis ad Alatri nella giornata di Sabato 15 Settembre, accompagnato dal consigliere comunale con delega alla cultura Carlo Fantini. Il deputato europeo prima ha partecipato all’inaugurazione della 2° Mostra Numismatica Internazionale sull’Euro (che resterà aperta fino al 13 Ottobre) promossa dal Circolo Culturale Filatelico Numismatico Alatrense presso il Chiostro di San Francesco; poi ha fatto visita all’iniziativa “Alatri, Fontane e Arte”, una mostra promossa dalle associazioni Acta ed Archeoclub, allestita lungo Corso Vittorio Emanuele II e Vicolo Vezzacchi con all’interno anche degli spazi dedicati alle esposizioni di pittura . “Sono iniziative molto interessanti” – ha commentato De Angelis – “Quella sull’Euro è particolarmente suggestiva e nel corso della visita ho scoperto che dietro questa moneta c’è un pezzo della storia e cultura dell’Europa. L’euro è anche il simbolo dell’Europa Unita ed in questo momento di crisi e di difficoltà abbiamo bisogno di un’Europa più forte, più unita e più solidale”. “Molto caratteristica l’iniziativa sulle antiche fontane della città, per esaltare quelle storiche, ancora in funzione, e per ricordare quelle che c’erano un tempo. Bellissimi i vicoli esposititivi dei pittori nel centro storico: una piccola via margutta, un piccolo gioiello artistico e culturale, ma anche uno strumento utile a promuovere e rilanciare lo straordinario antico borgo di Alatri. I miei complimenti alle associazioni promotrici ed all’amministrazione comunale, in particolare il consigliere Fantini, sempre attento e sensibile alle iniziative culturali di qualità”.

2 Commenti

  1. Egregio Signor Deputato De Angelis,
    mi scusi se la disturbo, ma nella giornata di ieri, Lei ha avuto parole entusiastiche nei riguardi della mia splendida cittadina. Mi dispiace enormemente non averla conosciuta personalmente ma, purtroppo, siamo dovuti assentarci momentaneamente io e mio marito, Giancarlo Rossi presidente da un anno della sezione Archeoclub Di Alatri, proprio nel momento in cui Lei visitava la nostra mostra “ Fontane ed Arte”, che ha avuto un discreto successo. Noi ci adoperiamo costantemente ad “”acculturare”” le nuove generazioni, essendo entrambi insegnanti di scuola primaria. Prima di insegnare loro la storia dei babilonesi, dei greci ecc. insegnamo loro ad amare la loro citta’, che e’ chiamata per antonomasia la “nonna di Roma” per le sue splendide mura Poligonali.
    Ora Le chiedo: dal momento che noi coccoliamo i nostri “cuccioli” cercando di far fare loro un percorso privo di imput negativi cercando di essere verso di loro genitori, confidenti, amici e quanto altro perche’ poi, quando arrivano allo scoglio dell’Universita’, vengono catapultati in una realta alienante dove “diventano” un numero, con questi test di ammissione orribili, da eseguire in tempi pressoche’ impossibili? Ammiro tantissimo questi ragazi; Le confesso che non sarei nemmeno io in grado di eseguire 140 quiz di vario tipo, in 120 minuti. Ma che scherziamo? E i risvolti psicologici che avranno i nostri ragazzi?
    Nostra figlia, dopo un anno di Scienze Infermieristiche sostenendo anche tutti gli esami annuali, quest’anno ha sostenuto, dopo aver studiato moltissimo durante l’anno e tutta l’estate, il test di accesso al corso di Dietista presso l’universita’ Cattolica del Gemelli, risultando una delle vincitrici. Contemporaneamente, lo stesso corso lo ha provato anche presso l’universita di Tor Vergata. Ed ecco il paradosso: entro il 19 c.m. dovra’ pagare tassativamente la prima rata di accesso alla Cattolina senza poter attendere i risultati di Tor Vergata che sono previsti per il giorno 20, cioe’ il giorno seguente. La rata e’ dell’importo di 700,00 euro e non sono rimborsabili, per cui se risultasse vincitrice anche a Tor Vergata e volesse sceglierla perderebbe l’importo versato. Le sembra possibile che i nostri ragazzi (ed anche noi genitori) non possano avere i risultati nei tempi utili per poter fare liberamente una scelta che piu’ li soddisfi?
    Noi abbiamo la fortuna di avere casa vicino Tor Vergata per cui mia figlia rischierebbe di dover viaggiare da una parte all’altra di Roma (e questo per i prossimi 5 anni) per non poter scegliere liberamente una facolta’ da seguire per una differenza di UN GIORNO. E questo naturalmente non riguarda solo nostra figlia: pensi ai tantissimi ragazzi che arrivano dalla Calabria, dal napoletano e da altre localita’.
    Noi desidereremmo soltanto che le varie Universita’ trovassero un accordo per fornire i risultati in tempi tali da poter dare a questi ragazzi, tutti, la possibilita’ di fare una scelta, che poi potrebbe risultare la scelta della “loro vita futura”, in modo tranquillo e ponderato.
    Scusi dello sfogo, ma faccio questo anche per i nostri alunni che in un prossimo futuro si potrebbero trovare anche loro in questa “spiacevole” situazione.
    Saluti

    Rita Fanfarillo
    Via Canale 14 ALATRI
    tel 0775-442342 cell 3289256550

  2. Egregio Signor De Angelis,

    La ringrazio pubblicamente dell’attenzione che ha avuro per la mia lettera. Purtroppo ci sono tantissime cose che non funzionano nella nostra splendita Italia, eppure sarebbe tanto semplice essere consapevoli che, il piu’ bel paese al mondo, potrebbe funzionare molto meglio con un po’ piu’ di collaborazione e di buon senso da parte di tutto noi. Le premetto che, l’arrivo della sua telefonata e del colloquio intercorso mi ha riempito di gioia e di emoozione, soprattutto perche’ non avrei mai pensato ad una sua telefonata diretta. E per questo la ringrazio di nuovo. Anzi con l’occasione, se a Lei non dispiace, rinnovo l’invito a disturbarla, nel caso capitasse, per qualche altro problema di carattere generale che si dovesse ripresentare.

    Distinti saluti

    Rita Fanfarillo

    Alatri 20 settembra 2012

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>