Comunicati stampa — 24 gennaio 2013

Declassamento della Valle del Sacco, De Angelis: “Il Ministro Clini prende un altro clamoroso abbaglio”

“Siamo di fronte ad un’altra scelta insensata: il Ministro Clini ha preso un abbaglio”. Così l’eurodeputato Francesco De Angelis intervenendo sulla questione del declassamento della Valle del Sacco da sito inquinato di interesse nazionale a regionale. “Vorremmo capire – prosegue De Angelis – su cosa si basa il Decreto, conoscere l’istruttoria del provvedimento, capire se vi sono i presupposti coerenti con i parametri normativi sulla base dei quali si classificano i siti inquinati. E’ evidente che la Valle del Sacco è tutt’ora inquinata; è vicino ad una zona densamente abitata; vi sono zone dell’area sottoposte a vincoli paesaggisti; vi è un inquinamento diffuso e proveniente da più fonti; il rischio sanitario ed ambientale che deriva dal rilevato superamento delle concentrazioni soglia di rischio risulta particolarmente elevato. Per declassarla a sito di interessere regionale vuol dire che i suddetti parametri sono superati. Vorrei ricordare che si tratta di un’area in cui l’industrializzazione spregiudicata, le discariche abusive, gli scarichi chimici hanno avvelenato l’ambiente incidendo in maniera drammatica sulla salute della popolazione. Gli studi condotti dalla ASL sulla popolazione della zona sono allarmanti, con alte percentuali di patologie cardiovascolari, respiratorie e tumorali, senza dimenticare l’indagine svolta nel 2008 dalla Asl di Roma che ha certificato la presenza di valori di beta-esaclorocicloesano nel sangue dei cittadini residenti delle aree limitrofe. Evidentemente la Giunta Polverini non ha saputo difendere le istanze di questa zona, inducendo, ancora una volta, all’errore il Ministro Clini”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>