Comunicati stampa — 26 gennaio 2013

Visita di Zingaretti alla ASL, De Angelis: “Si prosegue con il giusto metodo dell’ascolto per poter proporre un nuovo modello di sanità”

“Zingaretti procede nella giusta direzione: anche sul tema della sanità sta dimostrando di voler ascoltare il territorio, confrontandosi con i rappresentanti del settore, in modo da poter proporre un nuovo modello sanitario, consapevole delle criticità e delle problematiche che esistono”. Queste le prime parole dell’eurodeputato Francesco De Angelis in merito all’incontro che si è svolto Venerdì 25 Gennaio nella sede dell’Azienda sanitaria del capoluogo ciociaro, all’interno del nuovo ospedale “Spaziani”, con il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a cui hanno partecipato centinaia di lavoratori provenienti da tutti i presidi sanitari della provincia. “Medici ed operatori sanitari – ha proseguito De Angelis – si sono alternati negli interventi per evidenziare la drammaticità della sanità ciociara devastata dal piano della Giunta Polverini. Serve un nuovo modello sanitario per ricostruire il rapporto di fiducia con i cittadini oggi sempre più distanti dalla sanità pubblica. Per invertire la rotta bisogna coinvolgere i medici di base per potenziare ciò che viene prima degli ospedali: in questo senso la proposta delle Case della Salute può essere altamente innovativa e potrà garantire una rete di presenza sanitaria sui territori. Sono stati ribaditi i concetti chiave che guideranno il prossimo governo regionale: trasparenza, partecipazione, rigore nella gestione e meritocrazia. In questo modo potremo davvero puntare ad una sanità che torni a tutelare il diritto alla salute di ogni cittadino e con Zingaretti ce la faremo”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>