Comunicati stampa — 16 febbraio 2013

Ricorso contro la sospensiva del Tar, De Angelis: “Si procede su una strada sbagliata che porterà inevitabilmente alla bocciatura dall’UE”

“Come già sottolineato nei mesi scorsi dalla collega Judith Merkies del nostro gruppo S&D, la gestione dei rifiuti del Lazio è indirizzata su una strada completamente sbagliata”. Lo afferma l’eurodeputato De Angelis che torna sull’argomento viste le decisioni del Ministro e del Comune di Roma di ricorrere al consiglio di Stato contro la sospensiva concessa dal Tar sul Decreto Clini. “Non si può continuare con una gestione che si basa solo sulle discariche perché in questo modo non si supererà mai la fase emergenziale. Se si continua a procedere in questa direzione le nostre preoccupazioni aumentano: la procedura di infrazione per la Regione Lazio, che non è stata aperta ancora formalmente, è oramai un epilogo inevitabile, perché con questi provvedimenti non si potenzia in alcun modo la raccolta differenziata. E’ proprio questo il punto cruciale dell’interrogazione che ho presentato alla Commissione Europea e per la quale stiamo aspettando a giorni una risposta che farà chiarezza una volta per tutte sulla vicenda. Serve una nuova gestione dei rifiuti, che consideri il riciclo una preziosa risorsa, la strada maestra per difendere l’ambiente e creare lavoro: con Zingaretti noi punteremo con decisione in questa direzione”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>