Comunicati stampa — 13 marzo 2013

Dona (UNC), il ‘caro sms’ è beffa della concorrenza

Le tariffe di terminazione degli sms in Italia, il doppio del tetto previsto dalla Commissione europea, sono una vera e propria “beffa della concorrenza”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando l’interrogazione del parlamentare europeo Francesco De Angelis (Pd) che evidenzia un paradosso creato da questa situazione: costa meno un sms in roaming internazionale, quando il cliente è all’estero, rispetto a un sms in ambito domestico quando il cliente e’ in Italia.

Il mercato della telefonia “benché liberalizzato – sostiene Dona all’Adnkronos – non garantisce i consumatori. Il mercato è mercato quando c’è la possibilità di scelta ma se c’è un allineamento sui prezzi la liberalizzazione è solo sulla carta”. “Noi più volte abbiamo denunciato il ‘caro sms’ – conclude il rappresentante dei consumatori – credo che l’Antitrust dovrebbe fare degli approfondimenti”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>