Debiti PA, De Angelis (PD): “Con DL imprese italiane finalmente più competitive in Europa”

“E’ un primo fondamentale passo verso la competitività delle nostre imprese in Europa”. Cosi commenta l’eurodeputato Francesco De Angelis l’imminente pubblicazione in gazzetta ufficiale del decreto legge che sblocca 40 miliardi di euro nell’arco dei prossimi 12 mesi di crediti vantati dalle imprese nei confronti della pubblica amministrazione. Se oggi l’Italia è ancora maglia nera in Europa in fatto di tempestività dei pagamenti — continua De Angelis – con lo sblocco imminente di più della metà stimata di debiti accumulati in Italia prima del 2013, le nostre imprese possono tirare un primo vero e profondo sospiro di sollievo”. L’eurodeputato osserva che è stato giusto chiedere a Europa e governo italiano chiarezza sui vincoli imposti dal quadro finanziario europeo. Spiega De Angelis: “Dopo le prime evidenti incertezze tra Commissione europea e governo il risultato finale va proprio nella direzione auspicata: allentamento dei vincoli del Patto di Stabilità per i Comuni, assieme al ricorso alla Cassa depositi e prestiti e all’emissione di specifici titoli di Stato. Il tutto nel rispetto della soglia del debito del 3% e dunque in conformità con i requisiti di finanza europea. Sono soddisfatto: é un lavoro che ho iniziato da relatore della direttiva nella commissione industria più di due anni fa e che ora giunge ad una ulteriore importante tappa, quella della liquidazione del debito accumulato prima del 2013”. Infine De Angelis sottolinea: “E’ importante che il DL contenga anche misure accurate per il monitoraggio del reale debito accumulato, in modo che dalle stime delle categorie produttive si possa passare ai dati reali, i soli che possono fornirci un’idea chiara della reale dimensione del problema”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>