Rinnovabili: De Angelis (PD), un obiettivo vincolante per il 2030 favorirà gli investimenti

“Ancora oggi l’Unione Europea dipende dalle importazioni per oltre la metà del suo consumo energetico finale. È pertanto arrivato il momento di favorire lo sviluppo delle nostre industrie e di nuovi sbocchi occupazionali puntando sul mercato dell’energia di nuova generazione”. A dichiararlo è Francesco De Angelis, membro della Commissione Industria, Ricerca ed Energia del Parlamento europeo a margine della votazione sul rapporto Reul riguardante le energie rinnovabili nel mercato interno europeo.

“Agevolare l’ingresso di nuovi operatori sul mercato energetico, provenienti tra l’altro da un numero crescente di PMI che producono energie rinnovabili, – precisa De Angelis – significa favorire la competitività delle nostre industrie e la creazione di nuovi sbocchi occupazionali”.

“Con il voto odierno il Parlamento europeo invita la Commissione a proporre per le energie rinnovabili un obiettivo obbligatorio per il 2030 – continua l’eurodeputato – perché soltanto un obiettivo ambizioso e vincolante contribuirà allo sviluppo di un’economia verde e al raggiungimento di una maggiore sicurezza energetica”.

“Un obiettivo obbligatorio a livello europeo per il 2030 garantirà agli investitori la stabilità necessaria e le fonti energetiche rinnovabili continueranno a essere considerate come una priorità strategica – conclude De Angelis – favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro verdi e il ritorno degli investitori, anche in Italia”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>