Comunicati stampa — 29 maggio 2013

Nomine ADF Aeroporto Frosinone, De Angelis: “Intervengano il Prefetto ed il Governo. La provincia ritiri la nomina e sciolga il cda. Basta con gli enti inutili e con i progetti fantasma”

adf“Basta con gli enti inutili e con lo spreco di risorse pubbliche”. Queste le prime parole dell’eurodeputato Francesco De Angelis che prende posizione netta in merito alla vicenda dell’ADF Aeroporto di Frosinone. Prosegue De Angelis: “Mentre il governo discute giustamente dei tagli ai costi della politica, mettendo in agenda anche l’abolizione delle province, a Frosinone l’amministrazione provinciale in fase di commissariamento ed in via di scioglimento rinnova il consiglio di amministrazione dell’aeroporto nominando il nuovo presidente. Il comune di Frosinone per ora non ha indicato il proprio delegato, ci auguriamo che questo non sia dovuto a questioni di equilibrismo interno ma alla effettiva volontà di uscire dall’ADF ed in ogni caso invitiamo il sindaco ad uscire da questo carrozzone. E’ arrivato il momento di dire basta ai progetti irrealizzabili che servono solo a pagare le indennità a pochi e le parcelle ai professionisti che disegnano progetti che restano solo sulla carta. Stiamo parlando di oltre tre milioni di euro buttati e questo è uno scandalo. Inizialmente la Regione ha stanziato dei fondi per il progetto Aeroporto, ma affinché si verificasse la fattibilità e si potesse realizzare una infrastruttura per lo sviluppo del territorio. Oggi tutti sanno che l’aeroporto non sarà mai realizzato: c’è un parere contrario e definitivo dell’Enac, dell’Enav e nel piano del governo non c’è traccia dell’aeroporto di Frosinone: quindi a che cosa serve rinnovare il cda? Dobbiamo ricordare un altro aspetto importante: che su questa società pende un giudizio negativo della magistratura contabile in merito alla gestione e al funzionamento della stessa. E’ ora di finirla, ed è bene che su questa assurda decisione di rinnovare il cda intervenga rapidamente il Prefetto ed il Governo per dire basta allo sperpero di risorse pubbliche e far si che le stesse vengano utilizzate per investimenti produttivi finalizzati all’occupazione ed allo sviluppo. Investiamo nella metropolitana leggera, aiutiamo le aziende in crisi, i giovani disoccupati ed i lavoratori in mobilità, insomma facciamo cose concrete che servono allo sviluppo e al lavoro. Voglio inoltre precisare che su questo tema nessun organismo dirigente del PD, a nessun livello il PD, si è pronunciato ufficialmente. E’ ora di cominciare a discuterne, per dire basta a questo spreco. Su questo progetto fantasma la nostra opposizione sarà dura e ferma”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>