Comunicati stampa — 18 luglio 2013

Sanità, De Angelis invita Suppa a rivedere l’atto aziendale ascoltando i sindaci ed i territori: “La sanità che vogliamo non è questa”

medico“Bene la conferenza dei sindaci e bene l’iniziativa del consigliere Buschini, ora si avvii un confronto costruttivo che punti a voltare pagina”. Così l’eurodeputato Francesco De Angelis nel commentare la riunione che si è svolta ieri per discutere dell’atto aziendale sulla sanità elaborato dal Commissario Suppa. Spiega De Angelis: “Basta con misure che tagliano i servizi, la nostra provincia ha già dato troppo negli anni passati. Intervenga il governo della Regione per fermare l’approvazione di un piano dal taglio puramente ragionieristico. In questa fase è sicuramente mancato il dialogo: siamo di fronte ad un atto che non è frutto di un confronto con il territorio e per questo non ne coglie le esigenze. Pieno sostegno alle istanze dei sindaci, dei sindacati e delle associazioni che sono fondamentali soggetti di rappresentanza ed in quanto tali hanno un contatto diretto con la realtà sanitaria provinciale. Così come proposto il piano colpisce ed affossa le strutture della nostra provincia. Bisogna voltare pagina, la strada da seguire non è quella indicata dal Manager Suppa: manca tutta la parte relativa agli investimenti della Regione sulla sanità. Siamo d’accordo sul principio della razionalizzazione, ma bisogna intervenire sugli sprechi, non tagliando i servizi. La sanità che vogliamo non è questa, ma quella annunciata da Zingaretti in campagna elettorale, con le case della salute e la medicina di prossimità. Di tutto questo non c’è traccia nel documento presentato. Per questo rivolgo il mio invito al Commissario ad ascoltare i sindaci ed il territorio e a rivedere l’atto aziendale”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>