Comunicati stampa — 25 luglio 2013

Ceccano, ritrovata l’unità del centrosinistra. PD e PSI insieme per il bene della città

pd_ceccano_01Il centrosinistra unito riparte da Ceccano. E’ questo il messaggio chiaro ed inequivocabile che arriva dalla conferenza stampa congiunta di PD e PSI che si è svolta nella mattinata presso Castel Sindici, alla presenza del Sindaco Michela Maliziola e dei vertici del Partito Democratico e del Partito Socialista di Ceccano e di Frosinone. Il luogo non è stato scelto a caso: Castel Sindici, che rappresenta la continuità del buongoverno di centrosinistra in questa città, dall’acquisizione del maniero decretata dall’allora sindaco Cerroni, alla ristrutturazione avvenuta sotto l’era Ciotoli per arrivare alla messa in sicurezza ed inaugurazione operata dalla Giunta Maliziola. La politica del fare, al servizio dei cittadini e per la valorizzazione del territorio. Tutti i presenti hanno sottolineato con contentezza come questa ritrovata unità rappresenti una giornata bella: vedere il centrosinistra nuovamente unito e coeso è un segnale molto importante. “E’ un percorso che parte da lontano, dal giorno dopo le elezioni abbiamo cercato di lavorare per l’unità politica delle forze di centrosinistra: PSI, PD e Liste civiche che si riconoscono nel nostro progetto, condiviso dai ceccanesi e dai vertici provinciali dei nostri partiti”, ha spiegato il Sindaco Maliziola. Anche il Presidente dei PSI Gian Franco Schietroma ha evidenziato come “la giornata di oggi sia molto importante non solo per Ceccano ma anche per tutta la provincia: da qui parte un chiaro messaggio di unità, che ci può consentire di lavorare ad un ampio progetto riformista di prospettiva, con l’obiettivo di superare l’anomalia italiana e realizzare una grande casa progressista, democratica e socialista”. pd_ceccano_02Sulla stessa scia il segretario Danilo Iafrate che aggiunge: “Da oggi cominceremo a lavorare sulle situazioni difficili presenti nella nostra provincia, vedi Isola del Liri, Cassino, Boville o alcuni centri del Nord, per realizzare una coalizione che abbia un respiro provinciale. Per far questo confidiamo nell’aiuto del PD, che è il nostro fratello maggiore”. E’ comprensibilmente soddisfatto anche l’eurodeputato Francesco De Angelis che ha sottolineato: “Dopo il momento difficile caratterizzato dalle lacerazioni dello scorso anno finalmente, grazie all’assiduo lavoro portato avanti dai rappresentanti politici locali con l’ausilio dei vertici provinciali, finalmente torniamo ad essere uniti. Raccogliamo i frutti di una mediazione politica intelligente che pone l’unità del centrosinistra come bene prezioso della coalizione da cui non si può prescindere. L’intesa di oggi non ha un valore solo istituzionale ma è soprattutto politico, perchè ci consente di lavorare in una prospettiva di un socialismo democratico che può veicolare con forza le richieste di una Europa diversa, fatta con meno rigore ma con più equità e sviluppo”. Il consigliere regionale Mauro Buschini ha posto l’accento sulle battaglie condivise dai circoli dei partiti di centrosinistra della città “che hanno aiutato questo percorso di ritrovata unità. Qui a Ceccano ora c’è la stessa coalizione che governa la Regione Lazio e per questo sono convinto che potremo lavorare in maniera sinergica per lo sviluppo della città e del territorio. Piena disponibilità e porte aperte in Regione, per collaborare in maniera fattiva a partire dalle questioni più urgenti, come l’Ospedale, che la destra voleva chiudere e che invece noi potenzieremo, o la Valle del Sacco, dove a partire dalla bonifica si dovrà costruire un progetto di riqualificazione e rilancio della zona”. Un giudizio molto positivo sull’operazione è stato espresso anche dal segretario provinciale del PD Sara Battisti: “Siamo tornati a lavorare per la coalizione Italia Bene Comune, quella che avremmo voluto vedere al governo dell’Italia ma purtroppo l’esito è stato diverso. pd_ceccano_03Le amministrative hanno confermato che chi va a votare sceglie il centrosinistra e quindi è doveroso ricomporre la coalizione in un’anima sola e lavorare tutti ad un progetto comune, superando le lievi tensioni o polemiche che anche ci sono state in questa fase all’interno dei rispettivi circoli di Partito, poi rientrate”. E’ soddisfatto anche Arcangelo Compagnone, rappresentante di Sel, che dopo aver riferito dei saluti del deputato Nazzareno Pilozzi, impegnato alla Camera, ha dichiarato: “E’ un momento importante per Ceccano ed anche un segnale più generale. Nel recente passato abbiamo sbagliato e commesso errori, non abbiamo dato segnali di unità. A Ceccano abbiamo lavorato dal giorno dopo alla riunificazione del centrosinistra, perchè crediamo in questo progetto politico”. Soddisfazione espressa anche dagli assessori Camillo Maura e dai consiglieri Angelo Ciotoli, Mario Spinelli, Pietro D’Annibale e dal neo consigliere Giulio Conti che subentra in consiglio al posto di Maurizio Cerroni, nominato assessore con delega di vice sindaco. Proprio Cerroni rimarca: “Abbiamo portato a compimento, dopo un lungo processo, un percorso cominciato subito dopo le elezioni e sottoscritto a Gennaio dai partiti di centrosinistra di Ceccano, lavorando con costanza per l’unità del centrosinistra per continuare ad assicurare buon governo e sviluppo alla città”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>