Comunicati stampa — 2 agosto 2013

Accordo di programma, De Angelis: “Firma importante, ora comincia una nuova fase”

accordo_di_programma“Una firma importante: comincia una nuova fase per invertire la rotta e rilanciare il nostro territorio”. Così l’europarlamentare Francesco De Angelis esordisce nel commentare la firma dell’Accordo di Programma per il rilancio economico e occupazionale per il Sistema Locale del Lavoro (SLL) di Frosinone-Anagni siglata oggi presso il Ministero dello Sviluppo Economico. Prosegue De Angelis: “Si volta pagina: Zingaretti conferma di mantenere fede alle promesse e di credere nel rilancio produttivo ciociaro e regionale, attraverso un nuovo modello di sviluppo territoriale. Si riparte da un’area che è diventata un simbolo della depressione economica industriale della nostra provincia, a seguito della vicenda Videocon, dimostrando che insieme si può e si deve ripartire. Un accordo di programma che non punta a gestire la crisi ma a stimolare la costruzione di un nuovo modello di sviluppo a partire dalle potenzialità che ha sul territorio, attraverso la rete delle piccole e medie imprese e con una serie di attività legate a finanziamenti che hanno messo a disposizione la Regione (50 milioni di euro) e il ministero dello Sviluppo economico (30 milioni di euro). La soluzione individuata può restituire slancio ai programmi di investimento industriali, di ricerca e sviluppo con la definizione di un quadro sinergico che è determinante per rendere più appetibile il nostro territorio rispetto agli investimenti. Questo è il modo migliore di dare forza e credibilità al rapporto con i cittadini: garantendo certezze attraverso un progetto concreto e di ampio respiro. Un plauso a tutti i soggetti coinvolti per un provvedimento che ha visto l’impegno fattivo della Regione, del Ministero, della Provincia e con il contributo delle organizzazioni sindacali ed imprenditoriali. Un grazie particolare alla Regione Lazio del Presidente Nicola Zingaretti che ha confermato l’attenzione verso le istanze della nostra provincia, garantendo un investimento di oltre 50 milioni di euro, gran parte dei quali derivano dal pieno utilizzo di risorse europee. In questo modo si può finalmente invertire la rotta: con un nuovo modello di sviluppo riusciremo a fronteggiare e superare la difficile crisi economica ed occupazionale che stiamo attraversando”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>