Il Parlamento europeo di Bruxelles ricorda il calvario di Montecassino: Un’iniziativa dell’eurodeputato Francesco De Angelis

mostra_il_calvario_di_cassinoSi è svolta quest’oggi presso la prestigiosa sede del Parlamento europeo di Bruxelles la cerimonia di inaugurazione della mostra dell’artista Alessandro Nardone “Il Calvario di Cassino 1944: ricordare la guerra, costruire la pace”. L’esposizione, promossa dal deputato europeo Francesco De Angelis, si sofferma sulle cupe giornate del gennaio-maggio 1944, quando le popolazioni civili rimasero schiacciate nella morsa della ferocia nazista da una parte, e dei bombardamenti delle forze alleate dall’altra. Presenti alla cerimonia inaugurale, oltre a numerosi deputati europei italiani e di altri Stati membri, il Senatore Lino Diana, il Presidente della Commissione Cultura, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, spettacolo, sport e turismo della Regione Lazio Eugenio Patané, il Consigliere regionale della Regione Lazio Marino Fardelli, oltre ai sindaci Giuseppe Golini Petrarcone (Cassino), Giovanni Giorgio (Roccasecca), Filippo Materiale (Castrocielo), Ornella Carnevale (Pico), Libero Mazzaroppi (Aquino), i Vice Sindaci Giuseppe Migliaccio (Sant’Andrea sul Garigliano) ed Angelo Antonio Macari (Casalattico), il Presidente della XIX Comunità Montana “L’Arco degli Aurunci” Oreste De Bellis assieme a tanti altri amministratori e consiglieri comunali. Aprendo la cerimonia inaugurale, l’eurodeputato Francesco De Angelis ha voluto ringraziare l’artista, il Comune di Cassino, i Consiglieri regionali presenti e le autorevoli presenze di sindaci e amministratori del comprensorio. “Ricordare la Battaglia di Montecassino – ha proseguito l’esponente del Pd – vuol dire innanzitutto lanciare un messaggio di speranza e di fiducia nel valore della vita, perché senza pace non c’è futuro. Ed è per noi naturale – ha continuato De Angelis – che ciò avvenga nella prestigiosa sede del Parlamento europeo, a testimonianza del solido legame storico e spirituale che lega l’Abbazia di Montecassino a tanta parte della vecchia e nuova Europa”. A seguire, il Sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone ha sottolineato quanto sia “motivo di orgoglio presenziare a questo evento che porta in ambito europeo un dramma non solo per la nostra gente, ma per tutta l’umanità. Sulla Battaglia di Montecassino esiste un’ampia letteratura – ha continuato il sindaco – e apprezzo in particolar modo che in quest’occasione sia proprio la pittura a rendersi strumento organico di rappresentazione di questi tragici fatti. Un ringraziamento particolare all’artista Alessandro Nardone, e ovviamente all’eurodeputato Francesco De Angelis per aver voluto e promosso questa iniziativa al Parlamento europeo”. Il Consigliere regionale Marino Fardelli ha colto l’occasione per ringraziare i promotori, sottolineando che i dipinti esposti al Parlamento europeo “danno lustro non solo all’artista, ma in particolare ai cittadini tutti che durante quel secondo conflitto mondiale hanno visto perdere i propri cari”. Per Fardelli “l’Unione europea nasce a Cassino e nel cassinate, in quel fazzoletto di terra dove oggi sono sepolti militari dei più importanti paesi europei come la Polonia, la Germania, l’Inghilterra, l’Italia e la Francia. Far conoscere le opere di un artista cassinate nel mondo e farle apprezzare attraverso una esposizione così importante come quella di oggi al Parlamento europeo – ha continuato il Consigliere regionale – è una grande opportunità anche per la città di Cassino, per l’Abbazia di San Benedetto Patrono d’Europa e per tutto il territorio del comprensorio”. Infine, a porgere il suo saluto anche il Presidente della Commissione Cultura, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, spettacolo, sport e turismo della Regione Lazio Eugenio Patané, per il quale “anche questa iniziativa testimonia come la cultura sia strumento di memoria e di diffusione della storia dei nostri territori in Europa e nel mondo. Rassegne artistiche come quella inaugurata quest’oggi non danno lustro soltanto alla qualità artistica dei nostri territori, ma anche alla capacità dei nostri artisti di rendersi costruttori di pace nel mondo.”

Manifesto mostra “Il calvario di Cassino”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>