Comunicati stampa — 10 ottobre 2013

De Angelis, Spilabotte e Buschini sostengono Campo Democratico di Goffredo Bettini

logo_campo_democratico“Condivido e sostengo, come ho già avuto modo di dichiarare, il documento presentato da Goffredo Bettini. Per questo sarò presente alla prima assemblea di Campo Democratico”. Così l’europarlamentare Francesco De Angelis, annunciando la propria partecipazione alla prima assemblea di Campo Democratico di Goffredo Bettini prevista per Sabato 12 Ottobre al teatro Quirino di Roma, evento a cui saranno presenti il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e quello della Puglia Nichi Vendola, il segretario regionale del PD Enrico Gasbarra, il sindaco di Roma Ignazio Marino, l’on. Michele Meta ed a cui sono stati invitati i candidati alla segreteria nazionale del PD Gianni Cuperlo, Matteo Renzi, Pippo Civati e Gianni Pittella. Prosegue De Angelis: “Si tratta di un documento molto innovativo nei contenuti sul quale tutti i candidati alla segreteria sono chiamati a discutere ed esprimersi. Questo è sicuramente un metodo nuovo e coraggioso. E’ chiaro che il partito, così com’è ora, non piace alla gente. Occorre un salto di qualità che non può prescindere da un respiro più ampio in una visione che sia anche europea e da un partito aperto, libero e coraggioso”. Anche la Senatrice Maria Spilabotte annuncia la propria presenza all’iniziativa e ne spiega le motivazioni: “E’ una base di discussione importante che consente al nostro Partito di ripartire, nell’ambito del confronto congressuale, rivolgendosi a tutta la comunità dei suoi iscritti a partire dai singoli circoli locali. E’ estremamente interessante il concetto di democrazia deliberante: ridare voce, senso e potere alle persone, nell’esercizio della loro responsabilità individuale, è il passo fondamentale per ancorare il Partito ai problemi dei cittadini ed per superare le beghe correntizie e la distanza tra eletti e realtà quotidiana”. Infine, il consigliere regionale Mauro Buschini assicura la sua partecipazione: “Questa proposta rappresenta una solida base per la ripartenza del Pd che deve tornare ad essere un partito vero, una comunità di persone accomunate da uno stesso sguardo sul mondo. Attorno a questa proposta si stanno raccogliendo tutte le forze di sinistra e democratiche da Sel fino ai riformisti più moderati e liberali per un vero campo democratico in cui il confronto ed il dibattito rappresentano un motore vero. E’ un documento che richiama il nostro popolo ad assumersi le proprie responsabilità, nella ferma consapevolezza della pluralità che contraddistingue il Partito: pluralità che deve diventare una forza, non una debolezza poiché schiacciata dalle correnti”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>