Tessera Professionale Europea: Primo vero strumento a sostegno della mobilità professionale

“Se il traguardo della piena mobilità professionale è ancora lontano, con il voto di oggi abbiamo dato avvio a regole più chiare e semplici per il riconoscimento delle qualifiche professionali all’interno del Mercato unico”. Lo dichiara l’eurodeputato Francesco De Angelis a margine della votazione con cui la plenaria di Strasburgo ha approvato il Rapporto Vergnaud sul riconoscimento delle qualifiche professionali nell’ambito del Sistema Informativo del Mercato Interno (IMI).

La revisione della Direttiva 2005/36/CE introduce la Tessera Professionale Europea. “Con questa soluzione pratica – commenta De Angelis – l’Ue accelera sul mutuo riconoscimento dei titoli professionali, che poi è la chiave per mettere i professionisti nella condizione di beneficiare dei vantaggi competitivi del Mercato unico”.

“Per quanto riguarda le professioni non ancora soggette al riconoscimento automatico – continua l’eurodeputato – la nuova direttiva dispone che queste siano interessate da comuni percorsi di formazione e verifica, al fine di garantire il nesso tra incremento della mobilità e alto livello dei servizi”.

“Semplificare è positivo – aggiunge l’esponente del Pd – ma ora dobbiamo rilanciare il dibattito sulla disciplina delle professioni non riconosciute, perché c’è il rischio che il divario tra professioni organizzate in albi e ordini, e nuove professioni strutturate in associazioni professionali si ampli, a tutto svantaggio della competitività dei nostri mercati”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>