Comunicati stampa — 22 marzo 2014

Studio Cgia Mestre, Regione Lazio al primo posto per pagamento debiti, il plauso dell’on. Francesco De Angelis

ritardo_pagamenti_pa“Un plauso all’amministrazione Zingaretti, in vetta alla classifica delle Regioni che hanno pagato la quasi totalità dei debiti assegnati nel 2013 alle Pubbliche amministrazioni”. Queste le prime parole del deputato europeo Francesco De Angelis in merito allo studio della Cgia di Mestre, l’associazione degli imprenditori veneziana che attraverso il suo centro ricerche divulga ogni mese dati economici di interesse nazionale. Prosegue De Angelis: “E’ la conferma, ancora una volta, che la nuova amministrazione regionale del Lazio sta ben lavorando. Oltre 4miliardi e 750 milioni di euro erogati dalla nostra Regione al sistema economico del territorio, sfruttando in modo tempestivo i fondi messi a disposizione dallo Stato per pagare aziende e fornitori. I ritardi di pagamento sono una delle cause principali della crisi economica e dei fallimenti di aziende ed imprese. Il pagamento dell’intero debito pregresso complessivo nei confronti delle imprese è un problema molto sentito, anche Renzi lo ha annoverato tra le priorità dell’agenda di governo. E’ necessario, di fronte alla crisi, restituire liquidità alle PMI, facilitare l’accesso al credito al fine di evitare fallimenti e perdite di posti di lavoro. L’Europa ha fatto tanto in questo settore. Sono stato relatore della nota direttiva europea di contrasto ai ritardi di pagamento e per questo ho lavorato e mi sono battuto affinché venisse approvata in tempi rapidi e garantisse tempi di pagamento certi, che sono alla base della ripartenza dell’economia perché forniscono garanzie e liquidità a chi lavora. Attraverso il sostegno alle PMI si gettano le condizioni per ripartire verso lo sviluppo, perché esse sono la chiave per la crescita economica, l’innovazione, l’occupazione e l’integrazione sociale”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>