Comunicati stampa — 8 aprile 2014

On. Francesco De Angelis: “2009-2014, il mio lavoro al Parlamento europeo” – Mercoledì 9 Aprile, ore 12,00, aula consiliare della Provincia di Frosinone

manifesto_9_aprile_2014Mercoledì 9 Aprile alle ore 12,00 presso l’aula consiliare della Provincia di Frosinone si svolgerà la conferenza dibattito promossa dall’on. Francesco De Angelis: “2009-2014: il mio lavoro al parlamento europeo”. Un’occasione di confronto sui temi europei e l’opportunità, per l’onorevole De Angelis, di poter esporre l’attività relativa al suo mandato da deputato europeo nella legislatura attuale. In particolare, la direttiva di contrasto ai ritardi di pagamento europeo, di cui è stato relatore in Commissione; la programmazione dei fondi strutturali dell’UE per il 2014-2020, visto che ha fatto parte del team di negoziazione; l’agenda digitale, l’importante provvedimento recentemente approvato dal parlamento europeo che favorisce sviluppo ed occupazione grazie agli investimenti sulla banda larga ed abolisce l’odiosa tassa sul roaming internazionale. Spiega l’on. De Angelis: “E’ sempre difficile racchiudere in poco tempo cinque anni di intenso lavoro, come testimoniano gli oltre novanta interventi in plenaria, le decine di rapporti parlamentari gestiti in prima fila, l’assiduità nelle commissioni. E’ giusto, in vista del rinnovo del parlamento europeo, rendicontare sul proprio operato, ricordando che oggi l’Europa è uno snodo politico, istituzionale e amministrativo cruciale per il futuro dei nostri territori. Ed allora esserci, in Europa, vuol dire contare di più nelle scelte che incideranno sulle vite di tutti noi. Ad esempio, riguardo ai fondi europei (che rappresentano le uniche risorse certe nei prossimi anni) la battaglia che ho portato avanti con il mio gruppo parlamentare ha fatto si che fossero approvati importanti emendamenti riguardanti la semplificazione burocratica, il coinvolgimento delle autonomie locali nella scelta degli investimenti e l’introduzione della “golden rule”, misura che esclude gli investimenti produttivi nel calcolo del deficit. Un altro esempio concreto è la nota direttiva sui ritardi di pagamento alle imprese, che ha consentito alla Regione Lazio, attraverso il decreto del Governo, di avere a disposizione quei fondi necessari per sbloccare molti debiti pregressi e far ripartire l’economia; così come il recente provvedimento varato sull’agenda digitale, che offrirà concrete opportunità di sviluppo ed occupazione. E’ questa la nuova Europa in cui credo: quella che sa superare gli ostacoli e guardare al futuro in modo concreto, con passione e convinzione, per creare lavoro e far ripartire la crescita, non solo dell’economia, ma anche dei diritti, della cultura e delle opportunità”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>