Comunicati stampa — 26 aprile 2014

Marzi ed il suo movimento a sostegno di Francesco De Angelis

sostegno_marzi_01L’ex Sindaco di Frosinone Memmo Marzi, con il suo movimento nella città ed in provincia di Frosinone, ha ufficializzato il sostegno alla candidatura dell’on. Francesco De Angelis per le europee del 25 Maggio (collegio centrale: Lazio, Marche, Umbria e Toscana). Nei giorni scorsi nel capolugo si è tenuta una iniziativa pubblica, sui temi dell’Europa, promossa da Memmo Marzi ed in questa occasione l’ex sindaco di Frosinone ha ufficializzato il suo sostegno a Francesco De Angelis. Spiega Marzi: “Noto un grande entusiasmo intorno alla novità del PD, grazie alla guida di Matteo Renzi che ha saputo dare una svolta al Partito e al Paese. In questa riunione abbiamo discusso dei temi legati all’Europa, sempre più presente nella nostra quotidianità, le decisioni del parlamento europeo incidono sulle nostre leggi, sulla nostra vita e dunque è importante avere una rappresentanza territoriale nella sede del Parlamento Europeo. Il sostegno a Francesco è naturale: oltre alla profonda amicizia e rapporto di stima, tutti noi abbiamo apprezzato il suo lavoro sia da assessore regionale, per lo sviluppo del nostro territorio, sia da parlamentare europeo, lavorando su importanti provvedimenti come la direttiva sui ritardi di pagamento, l’agenda digitale ed i fondi strutturali. L’iniziativa a Frosinone è stata estremamente positiva, perchè tutti hanno voluto testimoniare il proprio impegno per far si che la nostra provincia non perda l’occasione di avere un rappresentante nel parlamento europeo”. sostegno_marzi_02L’eurodeputato Francesco De Angelis commenta: “Ringrazio Marzi ed il suo movimento per il sostegno: potranno dare un importante contributo in questa campagna elettorale. Siamo tutti impegnati per far si che le forze progressiste possano avere la maggioranza nell’europarlamento in modo da cambiare verso all’Europa. Noi siamo per un’Europa che agisca come una comunità, aperta, sociale e solidale, che concili crescita con equità; un’Europa che tuteli il lavoro, che combatta la disoccupazione e difenda i propri cittadini, un’Europa più partecipativa e democratica. Un “nuovo corso” per tentare di invertire la tendenza al declino del sogno europeo, per la ripresa del processo di integrazione all’insegna di solidarietà e spirito democratico. La battaglia che il nostro gruppo parlamentare ha fatto in questo senso è fondamentale: non conteggiare nel patto di stabilità la quota italiana di cofinanziamento necessaria per sostenere gli interventi previsti grazie ai fondi strutturali è la base su cui poter costruire la ripartenza. Non più rigore, ma lavoro, crescita, sostegno alle Pmi, all’innovazione ed alla ricerca”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>