Comunicati stampa — 4 maggio 2014

Anagni, liste civiche a sostegno di Bassetta e De Angelis

anagni_liste_civiche_per_bassetta_e_de_angelisLa sala rappresentanza dell’Hotel Città dei Papi strapiena, per la presentazione delle liste civiche “Anagni Domani”, “Anagni Impresa”, “Idea Civica” e “Progetto giovani” a sostegno del candidato sindaco Fausto Bassetta per le elezioni comunali e di Francesco De Angelis per le europee. La sintonia è piena: quando, nel commentare con disappunto alcune dichiarazioni rilasciate dagli altri candidati, Bassetta dice ironicamente: “Io posso anche farmi da parte”, De Angelis lo interrompe esclamando: “Tu sei insostituibile”. L’applauso scrosciante e convinto della platea fa intuire che l’entusiasmo è quello giusto. Lo evidenzia il consigliere regionale Mauro Buschini, nel suo intervento: “Questa sala così piena ed il bagno di folla al comizio di apertura del primo maggio ci dicono una sola cosa: che c’è l’aria di una grande vittoria per Fausto Bassetta, l’unico che può assicurare la svolta vera a questa città deturpata nell’immagine e nel morale. Anagni vuol tornare ad essere quella città libera e con le regole, pronta a dare il benvenuto ad un imprenditore che vuole venire ad investire ed attenta ai bisogni di tutti i cittadini. La Regione Lazio che rappresento, sarà al tuo fianco e al fianco di chi vorrà far tornare a splendere questa città”. In merito all’Ospedale, Buschini ha rimarcato, in polemica con il Movimento Cinque Stelle: “Invece di continuare a fare semplice propaganda, avrebbero potuto votare la mozione che prevedeva il rilancio h24 del punto di primo soccorso di Anagni”. Anche Francesco De Angelis ha sottolineato: “Anagni è una città simbolo in questa tornata elettorale, per tutto quello che negli ultimi anni purtroppo ha rappresentato. Sento che sono tornate a circolare le vecchie promesse, ma gli anagnini non hanno la memoria corta: sanno che sono le stesse che in questi anni hanno affossato la città e quindi sapranno starne alla larga. Il candidato sindaco Fausto Bassetta, nel suo intervento, ha sottolineato: “La nostra è una coalizione equilibrata: ha la parte politica, con PD, PSI e UDC, che assicurano una guida ed un sopporto fondamentale per il buon governo e la buona amministrazione; e poi c’è la parte della società civile, delle persone che per senso civico e di responsabilità si sono messe in discussione, per far si che Anagni possa ripartire”. Bassetta liquida con poche parole anche le ipotesi di accordo al ballottaggio: “L’unico accordo che dobbiamo fare è quello con la città di Anagni”. Infine, il tema della legalità, definito da qualche altro candidato “un tema forzato”. Bassetta ha rimarcato con fermezza: “La legalità non potrà mai essere un argomento forzato, ma era, è e resterà centrale per noi, soprattutto per tutto quello che Anagni ha dovuto subire in questi anni”.

ELEZIONI COMUNALI, LE LISTE CIVICHE A SOSTEGNO DI BASSETTA
Quattro le civiche a sostegno del candidato sindaco Fausto Bassetta, tutte concordi nel sostenere la necessità di una svolta, di una ripartenza della città di Anagni, che negli ultimi dieci anni è passata da fiore all’occhiello della provincia a città simbolo di scandali e malgoverno, in cui la crisi economica e sociale consuma posti di lavoro e tutta l’economia del territorio. Il primo a prendere la parola è stato l’avvocato Giuseppe Felli per Idea Civica: “La nostra lista è composta da persone che non hanno svolto attività politica e non hanno tessera di partito ma hanno sentito il dovere morale di scendere in campo, motivati da un senso di responsabilità prettamente civico, per dare un contributo alla città”. A seguire Domenico Beccidelli, rappresentavo delle realtà “Progetto Giovani” ed “Anagni Impresa”: “Siamo il fulcro di questo nuovo progetto che sta avanzando e riscuote ogni giorno sempre più consenso. Dopo tanti cattivi esempi dalla politica, vogliamo invertire la rotta: tornare ad essere la città dell’arte e della cultura e la città della produzione, mentre oggi tutti i comparti industriali sono in forte crisi”. Infine, Vincenzo Ciprani, per “Anagni Domani”. Ciprani, ex consigliere di maggioranza, spiega: “Ripartiamo da questo Hotel, dove abbiamo scelto, insieme ad altri colleghi consiglieri di maggioranza e minoranza, di porre fine all’esperienza Noto che stava portando la città verso la deriva. Ci proponiamo di essere la coscienza critica della nuova amministrazione”.

ELEZIONI EUROPEE, LE LISTE CIVICHE SOSTENGONO LA CANDIDATURA DI FRANCESCO DE ANGELIS
“Ho visto tanti giovani e tante donne in questa presentazione ed è davvero un bel segnale. Vedo un bel futuro per la città di Anagni. Nel voto delle europee e delle comunali, ci sono in campo i valori della solidarietà e dei diritti”. Così l’eurodeputato De Angelis ha iniziato il suo intervento, per poi parlare dell’esigenza di cambiare verso all’Europa: non più rigore ma sviluppo e crescita, ricordando i provvedimenti più significativi di cui si è occupato in particolare la direttiva di contrasto ai ritardi di pagamento, l’abolizione del roaming ed i fondi strutturali. L’occasione della presentazione delle liste civiche è stata anche l’opportunità per le stesse di annunciare, per le elezioni europee, il sostegno alla candidatura dell’on. Francesco De Angelis, unico candidato del territorio, rappresentativo delle province del Lazio. I rappresentanti delle liste civiche hanno dichiarato: “Abbiamo avuto il piacere di incontrare De Angelis e gli abbiamo testimoniato il nostro supporto per la sua candidatura, perché lui rappresenta una persona del fare, che si è sempre speso per il nostro territorio e pertanto vogliamo confermarlo al parlamento europeo in modo che possa continuare il suo lavoro”. A questo proposito è stato ricordato come Martedì 15 Aprile la plenaria di Strasburgo ha approvato la relazione Dearden che stanzia 3 milioni di euro per il reinserimento formativo e professionale dei 1.164 lavoratori licenziati dalla Videocon di Anagni, proprio grazie all’impegno ed alle sollecitazioni dell’on. Francesco De Angelis.

NOTA A MARGINE ELEZIONI EUROPEE:
L’on. Francesco De Angelis è candidato nelle liste del PD nel collegio dell’Italia centrale (Lazio, Umbria, Marche e Toscana). Si possono esprimere fino a tre preferenze. Se si esprimono tre preferenze, bisogna rispettare la parità di genere (due uomini – una donna oppure due donne – un uomo).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>