Comunicati stampa — 14 maggio 2014

De Angelis sottoscrive l’appello di Lega Pesca per il rilancio della filiera ittica: “Portiamo in Europa specificità mediterranea”

pescare“Condivido pienamente l’appello di Lega Pesca per passare, anche nel settore ittico, dall’Europa dei vincoli a quella delle opportunità”. A dichiararlo è Francesco De Angelis, eurodeputato uscente del Pd e candidato per la circoscrizione elettorale ‘Italia Centrale’ dopo aver sottoscritto il manifesto di Lega Pesca in previsione delle elezioni per il Parlamento europeo. Spiega De Angelis: “Il settore della pesca e dell’acquacoltura rappresenta nel nostro paese un sicuro punto di riferimento alimentare, ambientale, occupazionale, economico e culturale Eppure dal 2000 ad oggi i tassi di produttività del settore ittico hanno fatto registrate una netta e costante flessione, con un conseguente forte ridimensionamento del personale imbarcato e dei correlati redditi di impresa. E’ fondamentale che nella prossima legislatura europea il settore ittico sia ancor più oggetto di una strategia italiana di sistema con le altre delegazioni parlamentari del bacino mediterraneo. Bisogna superare definitivamente i numerosi limiti del Regolamento sul Mediterraneo, a favore dell’effettiva regionalizzazione gestionale degli strumenti disponibili. Inoltre condivido, come ho dimostrato nel mio lavoro parlamentare, l’impegno per una politica della pesca che tenga adeguatamente in considerazione l’impatto socio-economico delle misure ambientali, così come avviene per altro nell’ambito delle politiche industriali europee. Il tema qui non è quello di rimettere in discussione gli obiettivi ambientali al 2022 (-40% della flotta), quanto quello di introdurre adeguati strumenti finanziari e legislativi per riequilibrare l’impatto che queste politiche hanno sull’occupazione e la coesione territoriale. Infine il prossimo quinquennio di politica ittica europea dovrà essere all’insegna della semplificazione normativa, e della piena inclusione degli attori sociali e produttivi nel processo di revisione e aggiornamento della legislazione di settore”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>