Comunicati stampa — 30 maggio 2016

Reindustrializzazione sito ex Vdc, l’Asi firma il protocollo di intesa con il Comune di Anagni. Il presidente De Angelis: inauguriamo così nuove politiche industriali

protocollo_asi-anagni_02Dopo l’intesa con la Regione Lazio, un altro importante passo è stato compiuto per la reindustrializzazione del sito ex Videocon. Ieri, nella sede del Comune di Anagni, il presidente dell’Asi, Francesco De Angelis, e il primo cittadino della città dei papi, Fausto Bassetta, hanno siglato il protocollo che getta la basi per una fattiva collaborazione tra Consorzio e amministrazione locale in vista del bando, che verrà pubblicato a settembre, per il rilancio dell’area. Presenti anche il direttore Massimiliano Ricci, l’assessore ai Servizi sociali Alessandra Cecilia, i consiglieri Egidio Proietti e Maurizio Bondatti e il delegato ai siti dismessi Francesca Romiti.

“Questa giornata – ha esordito il sindaco Bassetta – può essere considerata un punto di arrivo, perché finalmente arriviamo alla fase della concretizzazione di un progetto ambizioso, ma anche di partenza, perché può essere letta come l’inizio di un percorso che ha l’obiettivo di coinvolgere anche altre realtà del nostro territorio. Oggi, siamo qui ad assicurare tutto il nostro impegno affinché chi vorrà investire in questa zona abbia garantita la massima collaborazione. Ringrazio il presidente De Angelis per aver dato prova che una visione politica economica seria è possibile”.

protocollo_asi-anagni_01Nel prendere la parola, De Angelis ha innanzitutto annunciato per mercoledì la firma dell’ultimo protocollo di intesa con la Provincia: “Così – ha detto – chiudiamo il cerchio lanciando un chiaro messaggio alle imprese: questa volta si fa sul serio. Tutti gli enti che potevano dare un contributo a questa operazione sono stati coinvolti in quella che sarà a tutti gli effetti una Conferenza dei servizi permanente, che ha tra le sue priorità una burocrazia a costo zero, conditio sine qua non per velocizzare tutte le procedure utili al processo di rilancio della produzione industriale”.

De Angelis ha ribadito le linee guida che verranno seguite per la stesura dell’avviso: “Innanzitutto aspettiamo i risultati della caratterizzazione del suolo perché ci troviamo nella Valle del Sacco e riteniamo che il rispetto del principio della trasparenza sia fondamentale per il successo di questa sfida. Confermo poi che l’offerta tecnica sarà molto più importante di quella economica perché l’Asi, che è un ente pubblico economico, vuole assicurarsi che ripartano occupazione e sviluppo. Per questo abbiamo voluto prevedere delle premialità sulle infrastrutture, sulla ricollocazione degli operai dell’ex stabilimento Videocon e sulla nuova occupazione. Crediamo che esistano tutti i presupposti perché questa iniziativa, cominciata con l’acquisto del sito, reso possibile grazie alla legge 448 del ’98, abbia successo, tanto che contiamo di metterne in campo delle simili. In quest’ottica l’ex Vdc fa da apripista a nuove politiche industriali”.

Nei prossimi giorni, il progetto verrà presentato a Roma, ma sono previste tappe anche a Milano e Napoli, grazie alla sinergia con Ice, Ministero dello Sviluppo economico e Regione Lazio.

De Angelis ha infine ricordato gli investimenti che il Consorzio sta facendo sulla green economy, attraverso i progetti sulle Apea (aree produttive ecologicamente attrezzate) , per la tutela e la salvaguardia delle aree industriali, e sulla logistica, grazie ad un progetto che ha consentito di intercettare circa 50 milioni di euro da destinare alle imprese.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


— richiesto *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>